La dieta dello sciatore

5 dicembre 2012 18:540 commentiDi:

In un precedente post abbiamo riportato alcuni suggerimenti su cosa non mangiare e bere sulla neve. In questo post invece vedremo più da vicino in che cosa consiste la dieta ideale dello sciatore, affinché si possa praticare lo sci nel migliore dei modi e senza rischi per il nostro organismo e la nostra salute.

La dieta dello sciatore è comunque una dieta equilibrata, e, a differenza di quanto normalmente si crede, non deve essere molto diversa da quella di coloro che invece hanno uno stile di vita sedentario. Le calorie assunte attraverso il cibo devono provenire da carboidrati, almeno per il 55%-65%, da grassi, per il 30% circa e da proteine per il restante 15%.


In quest’ottica, cioè nell’ottica dello sportivo che deve ritardare l’insorgere dell’avvertimento della fatica, avere una costante resistenza e mantenere una riserva energetica per far fronte al compimento di uno sforzo, i carboidrati complessi, cioè quelli che si assumono attraverso pasta, pane, riso e polenta sono fondamentali.

Contrariamente a quanto si crede, invece, l’aumento dell’apporto proteico non contribuisce a migliorare la performance sportiva, ma anzi, a lungo andare, può avere anche effetti negativi sul rendimento fisico e sulla salute dello sciatore.

A partire da queste indicazioni nutrizionali, dunque, è bene che gli amanti della neve facciano riferimento ad un preciso menu dello sciatore.






Tags:

Lascia una risposta