La geografia delle tossicodipendenze oggi in Italia

15 giugno 2013 16:350 commentiDi:

cocainaDagli anni ’80 ad oggi si puo dire che la società italiana sia radicalmente cambiata e con essa anche l’ immaginario comune delle persone – dei giovani in particolare – che fanno uso di sostanze stupefacenti. Non più brutti, sporchi e cattivi, le persone che oggi fanno uso di sostanze psicotrope hanno altre abitudini e stili di vita, nonché forme di dipendenza diverse da quelle del passato, dal momento che oggi si tende a far uso di più sostanze contemporaneamente, che hanno effetti anche opposti.

Usa, via libera all’uso ricreativo della cannabis


Una recente indagine ha analizzato la diffusione delle sostanze psicotrope tra gli studenti italiani delle scuole medie superiori nell’ arco di 12 mesi: ne è risultato che il 32% fa uso di cannabis, il 3% di cocaina, il 2,5% di sostanze stimolanti, il 2,3% di allucinogeni e l’ 1,5% di eroina.

> Proposta per la depenalizzazione della cannabis in Italia

Per quanto riguarda, poi, la diffusione geografica delle sostanze stupefacenti in Italia, lo studio ha rilevato che la cannabis è maggiormente usata in Lombardia, Toscana, Umbria, e Lazio, mentre l’ uso della cocaina ha i suoi picchi maggiori in Lazio, Abruzzo, Sicilia, Sardegna e Basilicata.

L’ eroina è ancora molto usata in Sardegna, Sicilia, Puglia, Basilicata e Molise, mentre gli allucinogeni oltre al Molise sono utilizzati nel Lazio, in Toscana, in Abruzzo, nelle Marche e in Liguria.

 






Tags:

Lascia una risposta