La giornata in cui essere gentili tra colleghi

12 novembre 2012 20:060 commenti
Essere gentili tra colleghi di lavoro conviene. In Giappone lo hanno capito già negli anni sessanta, istituendo una giornata ad hoc per celebrare i rapporti lavorativi sani tra coloro che (tante volte) sono competitor durante il resto dell’anno. Ecco alcuni dei punti salienti di questa festa, da utilizzare tutto l’anno per una sana convivenza:

“Anticipare l’impatto delle riorganizzazioni e delle ristrutturazioni aziendali sul benessere dei dipendenti, valutando anche l’aumento di lavoro che comportano”.


Favorire l’equilibrio tra vita privata e professionale attraverso la flessibilità degli orari o il telelavoro; Evitare le riunioni, le telefonate o l’invio di email fuori orario”.

 Anni dopo è la Franciaad appropriarsi dell’iniziativa fornendole una maggiore organizzazione e una maggiore importanza. Nasce così, anzi rinasce, la «Giornata della Gentilezza». Non ieri, non due giorni fa. Nove anni fa. Lo sbarco in Europa della Giornata della Gentilezza avviene nell 2003, quando il mensile francese «Psychologies» (con le sue edizioni in Italia, Spagna, Belgio, Gran Bretagna, Russia e Cina)si occupa di sponsorizzarla a dovere.La rivista ha lanciato un appello per una maggiore gentilezza e benevolenza sul posto di lavoro, al quale hanno aderito circa 300 aziende. Tra queste spiccano marchi del calibro di Adidas, Cisco, Ferrero e Generali. La speranza che anche durante gli altri 364 giorni dell’anno (escluse le feste e i week-end) questa gentilezza di “facciata” permanga.






Tags:

Lascia una risposta