Le principali novità del disegno di legge sulle pene alternative al carcere

2 aprile 2014 16:200 commentiDi:

carcere di secondigliano

La Camera ha approvato in via definitiva il disegno di legge sulle pene alternative al carcere, che va a riscrivere un capitolo del diritto e della giustizia italiani che da tempo attendeva l’intervento del legislatore. Diverse sono quindi le importanti novità che in fatto di pene hanno trovato posto all’interno del disegno di legge, ma le principali possono riassumersi nei seguenti provvedimenti:

  • l’introduzione di un nuovo istituto che si configura come una messa alla prova
  • la depenalizzazione del reato di clandestinità
  • la sospensione del processo per i cosiddetti irreperibili.

La nuova  legge sulle pene detentive non carcerarie è costituita da 16 articoli, a loro volta divisi in 4 capi principali. I primo luogo, quindi, sulla base del disegno, il governo dovrà provvedere entro un tempo di 8 mesi alla riforma del sistema delle pene carcerarie, in alternativa alla quali verranno comminate pene non detentive da scontare presso la propria abitazione – i famosi arresti domiciliari. Si potrà procedere all’assegnazione degli arresti domiciliari in caso di delitti che oggi prevedono come pena una reclusione che va da 3 a 5 anni, ma non tutte le tipologie di delitto saranno ammesse a questo trattamento.

In seguito, poi, buona parte di quelli che oggi sono chiamati reati verranno invece inseriti nella categoria degli illeciti amministrativi e saranno puniti con l’imposizione di una multa o di una ammenda. Tra questi, oltre ad alcuni reati fiscali anche quello di clandestinità, cioè di immigrazione clandestina. In merito a questo punto fondamentale, in seguito alla depenalizzazione, si costituirà reato solo violando un precedente provvedimento di espulsione.

La messa alla prova costituirà invece nell’affidare il detenuto ai servizi sociali per lo svolgimento di lavori di pubblica utilità e nella sottoposizione ad un giudizio.

Il nuovo disegno di legge prevede infine la sospensione del processo per gli imputati non reperibili, che verranno cercati alla scadenza di ogni anno, periodo durante il quale sarà sospesa la prescrizione.

Tags:

Lascia una risposta