Home / approfondimenti / Leonardo predice la fine del mondo nel 4006

Leonardo predice la fine del mondo nel 4006

UltimaCena

Una data da scrivere doverosamente nel diario: Leonardo da Vinci ha predetto che la fine del mondo si verificherà il 1° novembre dell’anno 4006, questo è quanto riferisce un ricercatore del Vaticano.

Sabrina Sforza Galitzia ha precisato che gli indizi sarebbero stati ritrovati nel dipinto murale di Leonardo “l’ultima cena”, la parte centrale, la finestra  dietro il Cristo con i suoi discepoli prima della crocifissione contiene “matematici e astrologici” pezzi di puzzle che sono stati completamente elaborati e decifrati. 

Galitzia ha affermato che da Vinci previde la fine del mondo a causa di un “diluvio universale”, che dovrebbe iniziare il 21 marzo e terminare il 1° novembre 4006. Dai documenti è emerso che Leonardo si convinse che questo avrebbe segnato “una nuova era per l’umanità“.

“Il codice da Vinci c’è e non è solo quello reso popolare dallo scrittore Dan Brown,” ha sottolineato la ricercatrice.

Galitzia Sforza, che in precedenza ha studiato i manoscritti di da Vinci come ricercatore, presso l’Università della California a Los Angeles, ora lavora presso gli archivi del Vaticano.

Lo scorso anno, il Vaticano pubblicò una ricerca della Galitzia, inerente il suo approfondimento dell’Ultima Cena, sulla base dell’opera dipinta su un arazzo da Leonardo, su incarico del Re Luigi XIII di Francia. 

Nel rapporto stesso, l’esperta spiega cha ha lavorato ad una sequenza di immagini che fanno presupporre che Leonardo abbia voluto nascondere un “codice”, raffigurando i segni dello zodiaco e l’utilizzo delle 24 lettere dell’alfabeto latino per rappresentare le 24 ore del giorno. 

Da Vinci vide la storia dell’umanità, “la somma di tutte le cose, la resa dei conti finale” descritta sia nel libro delle Rivelazioni, ma anche da antichi scrittori, come Platone e Aristotele. Era stato uno scienziato e uomo di fede che aveva vissuto in “tempi difficili” e fu costretto a nascondere i suoi “messaggi”, in modo di non dover essere perseguitato. Ha chiarito Galitzia Sforza. 

Il capolavoro, l’Ultima Cena, che misura 460 x 880 centimetri, copre un’intera parete della Chiesa Santa Maria delle Grazie a Milano.  

Leonardo Da Vinci iniziò l’opera nel 1495 e la completò nel 1498. Restaurato poi  tra il 1978 e il 1999.

Nel 2003 uscì il romanzo Il Codice Da Vinci scritto da Dan Brown e nel 2006 fu girato il film,  nei quali si ipotizza che la figura alla destra di Gesù del dipinto, non è l’apostolo Giovanni, ma Maria Maddalena, incinta di Gesù.

Sia il romanzo che il film sono stati entrambi attaccati dalla Chiesa, quale fatto storicamente inesatto e blasfemo.

Loading...