Mette in vendita un rene per salvare la sua famiglia

15 novembre 2012 21:110 commenti

Storie di ordinaria disperazione. Massimo ha quasi quarant’anni, una moglie e due figli. Da poco tempo ha perso il lavoro e non ha un soldo per mantenerli.

Così passa le sue giornate inviando curriculum, oppure all’ufficio di collocamento, aspettando una nuova occupazione che però non arriva.

Massimo faceva il responsabile acquisti di un’azienda che ha dichiarato fallimento. La sua buonuscita si è esaurita dopo qualche mese. I soldi sono finiti in virtù delle troppe spese accumulatesi quotidianamente.

Ora rischia di perdere la casa e di far fare la fame alla sua famiglia.

“Quando hai la salute hai tutto, ma per me non è proprio così”.

Teme di perdere la casa, di lasciare per strada la sua famiglia. Così massimo decide di perdere la salute e di mettere in vendita il suo rene “sanissimo”. Scrive un annuncio senza dirlo a nessuno, senza neanche informarsi su procedure, rischi e intervento.

In Italia è illegale e se qualcuno dovesse accettare la sua offerta Massimo dovrà farsi operare all’estero.

Una volta è stato anche contattato, ma senza alcun risvolto positivo. Ora Massimo spera che qualcosa cambi presto, prima di soccombere, per amore di sua moglie e dei suoi figli. Quella di Massimo è una storia come tante in Italia.

Tags:

Lascia una risposta