Michael Jackson medico accusato di grave negligenza

28 settembre 2011 09:580 commenti

Il medico di fiducia di  Michael Jackson, il dottor Murray è accusato di “grave negligenza”. 

Dinanzi alla giustizia californiana, il medico della famosa star garantisce che è stato lo stesso cantante “ad aver provocato la sua morte„ assumendo solo un tipo di farmaco. Tuttavia l’accusa ha diffuso una registrazione audio nella quale Michael Jackson si rivolge al suo medico con frasi completamente disarticolate. 

Dopo circa due anni l’inchiesta rimane ancora carica di problematiche: Conrad Murray è implicato nella morte di Michael Jackson? 

La giustizia californiana dovrà ora emettere la sentenza finale: ieri è iniziato il processo contro il medico di fiducia della famosa pop star, che lo vede indagato per omicidio involontario. 

La causa è iniziata in una grande sala gremita da un’immensa platea, dove erano presenti anche i genitori di Michael Jackson, Katherine e Joe, i suoi fratelli Jermaine, Janet, LaToya, Randy, Tito e Rebbie. 

Tutto il processo, che ha luogo dinanzi alla Corte Suprema di Los Angeles, è completamente ripreso e riproposto in tv e su Internet (su CNN e TMZ).

Il suo percorso è previsto in circa cinque settimane, e verrà concluso dalla sentenza che verrà emessa da dodici giurati – sette uomini e cinque donne, con la quale si determinerà la sorte del medico, che rischia fino a quattro anni di carcere.  

“La morte di Michael Jackson è un omicidio “ 

Nelle ore che seguirono la morte del “Re del pop„, avvenuta il 25 giugno 2009, Conrad Murray si ritrovò nel mirino dell’autorità giudiziaria. Dai primi accertamenti, infatti, si è subito constatato che il cantante abusava dei numerosi farmaci, che il suo medico di fiducia (pagato regolarmente da Jackson in 150.000 dollari al mese) gli prescriveva, in particolare del propofol, un potente anestetico che il cantante utilizzava come sonnifero, farmaco che è all’origine della sua morte. 


Ieri, il via al processo, è stato dato dal procuratore David Walgren: “Le prove dimostrano che Michael Jackson ha messo la sua vita nelle mani del medico Murray. La sua morte è un omicidio„. Durante i mesi che hanno preceduto il decesso del cantante, il medico “gli somministrava quotidianamente del Propofol„, asserisce il procuratore. 

Altra zona d’ombra dell’inchiesta è che: mentre Michael Jackson stava morendo, il suo medico “ha avuto un’intensa attività telefonica col suo cellulare, 21 chiamate. Senza contare le e-mail e gli sms. Una cosa strana agli occhi del procuratore, che ribadisce la sua convinzione sulla negligenza da parte del dottor Murray.  

Registrazione shock di Michael Jackson 

L’accusa ha diffuso una registrazione audio nella quale la pop star si rivolge al suo medico con una voce disarticolata, apparentemente sotto sedativi. Questa telefonata, avvenuta un mese e mezzo prima del suo decesso, affronta una serie di disposizioni relative ai concerti che il cantante aveva programmato per il suo nuovo tour “This is it„, che sarebbe dovuto iniziare il 13 luglio 2009 a Londra. “Voglio che la gente dica, dopo il mio concerto:  ‘non ho mai visto nulla di tale nella mia vita, è incredibile, è il più grande artista di tutti i tempi’, riferisce penosamente al telefono Michael Jackson, e nel frattempo afferma che il denaro del tour gli permetterà di realizzare “il più grande ospedale per bambini del mondo„. 

Articolo correlato: Michael Jackson arrestato il medico

Ultimo aggiornamento 28 settembre 2011 ore 12.00 






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta