Michael Jackson un morto molto vivo nel settore musica

michael jackson

La morte di Michael Jackson, il “re del pop”, avvenuta  il 25 giugno 2009, ha portato la sua musica ad ottenere molti più vantaggi che mai.

Negli ultimi 12 mesi sono stati venduti 31 milioni di album del personaggio, questo dimostra che Jackson è ancora molto vivo, tra i fan. 

L’uomo del guanto è stato l’autore più ricercato negli negli Stati Uniti nel 2009, con 8,3 milioni di copie vendute, una cifra che ha quasi raddoppiato quelle del protagonista del momento, Taylor Swift, del quale si sono registrati  4,6 milioni di album venduti. 

Nella vita, il nome di Jackson era collegato al debito, alla rovina e al fallimento, con i suoi 405 milioni di euro in rosso, a causa del suo stile di vita così fortemente eccentrico. 

Subito dopo la sua morte, il suo nome non ha fatto altro che generare denaro, circa 202,5milioni sono entrati dalla vendita dei suoi album (101,25milioni di euro), la versione cinematografica del concerto inedito “This Is It” (48,6milioni di euro) oggettistica varia sul mercato (40,5 milioni di euro). 

I ricavi hanno consentito ai suoi eredi, di coprire 162milioni di euro di debiti, comprensivi del pagamento della parcella dovuta al suo avvocato, Thomas Mesereau,  per la difesa, allorquando Jackson fu accusato di molestie sessuali a minori,  assolto poi da ogni imputazione. Inoltre circa 40,5milioni di euro serviranno al mantenimento dei tre figli del cantante, Prince, Paris e Blanket. 

Ma non è finita, infatti, si prevede che il prossimo anno, le possibilità di guadagno si moltiplicheranno. Gli eredi di Jackson continuano a seguire la gestione dei diritti delle oltre 250 canzoni dei Beatles, che il cantante aveva  acquistato e Jackie, il fratello maggiore dei Jackson 5, sta preparando con il consenso di tutti, una compilation di 10 brani inediti della star, che dovrebbero generare circa 162 milioni di euro nei prossimi sette anni.

E per celebrare la sua memoria, un anno dopo la sua morte, oggi 25 giugno 2010, si svolge alle porte della casa di Gary, nell’Indiana, dove è cresciuto il piccolo dei Jackson, Michael, la sua commemorazione e dove sua madre, Katherine, inaugurerà una statua del figlio defunto. 

Ma il principale centro di pellegrinaggio in questo momento è il cimitero di Forest Lawn a Glendale, California, dove riposa il cantante. Anche se la cripta rinascimentale è ancora fuori dalla portata dei suoi seguaci, il cimitero, ha ceduto alle pressioni dei fan e ha accettato la loro presenza, ma solo nelle vicinanze, per poter depositare solo fiori .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.