Misteriosi vortici d’acqua nel Mar Mediterraneo

17 maggio 2012 10:000 commenti

Un mistero si nasconde in fondo al mare. A rivelarlo la rivista scientifica Nature Communications Angelo Rubino dell’Università Ca’ Foscari di Venezia che che in collaborazione con i fisici dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) sta approfondendo la questione.

In pratica in fondo al Mar Mediterraneo, a 3000 metri di profondità sono stati scoperti degli enormi vortici d’acqua, del diametro di circa dieci chilometri, che si spostano alla velocità di tre centimetri al secondo.  I vortici sono stati rilevati sui fondali del Mar Ionio dove sono stati collocati rilevatori di temperature e correnti. L’equipe è al lavoro per cercare di capire l’origine del fenomeno che si registra in un piccolo bacino come il Mar Mediterraneo e non nell’oceano.


L’attenzione dei fisici si è spostata sul fondo del Mar Mediterraneo in seguito all’esperimento Nemo (Neutrino Mediterranean Observatory) che ricostruisce nella profondità delle acque dei rilevatori che funzionano da schermo e che siano in grado di catturare la presenza dei neutrini (particelle effimere) che dalle profondità cosmiche attraversano la Terra. I neutrini infatti sono delle particelle che interagiscono ben poco e che hanno necessità di materia per poter produrre particelle elementari che provano il loro effettivo passaggio.

I ricercatori stanno lavorando per capire l’origine dei misteriosi vortici che potrebbero avere origine proprio sul luogo o arrivare da lontano, causati dall’instabilità del Mar Adriatico o provenienti dal Mar Egeo a quanto sembrerebbe. Al momento si tratta solo di ipotesi tutte da provare.






Tags:

Lascia una risposta