Motivi di annullamento del matrimonio religioso

16 febbraio 2014 16:300 commentiDi:

due fratelli si uniscono in matrimonio

La Chiesa ha in questi giorni aggiunto un motivo in più per cui gli sposi possono chiedere alla Sacra Rota di annullare il matrimonio. Si tratta del mammismo, ovvero di una situazione in cui uno dei due coniugi non riesce a staccarsi dalle figure genitoriali che, di conseguenza, influiscono in maniera determinante sul matrimonio e sulla vita di coppia.

Una sorta di rivoluzione, una Chiesa che sembra mostrarsi molto moderna e aperta alle nuove modalità del matrimonio.

Quindi, le donne che si ritrovano con un marito che non può fare a meno di chiedere a mamma (o il contrario), possono ora rivolgersi alla Sacra Rota per chiedere l’annullamento del matrimonio religioso e poter sognare così di indossare un’altra volta l’abito bianco sull’altare, che si aggiunge a quelli già previsti dal diritto religioso.

► Chiesa, il matrimonio si può annullare anche per mammismo


Cosa vuol dire annullamento del matrimonio religioso?

In realtà non si tratta di un annullamento, ma di una dichiarazione di nullità: il sacramento in sé non può essere cancellato, ma viene dichiarato nullo perché al momento della contrazione del vincolo matrimoniale sussistevano delle condizioni che hanno viziato la validità dello stesso.

Se la Sacra Rota annulla il matrimonio, entrambi gli ex coniugi possono di nuovo contrarre matrimonio religioso, ma non hanno alcun obbligo l’uno nei confronti dell’altro, diversamente da come avviene per le separazioni civili.

I motivi di annullamento del matrimonio religioso

Impotenza

Incapacità per insufficiente uso di ragione.

Incapacità per difetto di discrezione di giudizio.

Incapacità per cause di natura psichica

Ignoranza, ovvero la non conoscenza del significato del matrimonio nella Chiesa

Errore

Condizione

Timore

Vizio della forma canonica






Tags:

Lascia una risposta