Nave minaccia la grande barriera corallina

nave incagliata

Le autorità australiane stanno tentando di liberare una grande nave cinese, la Sheng Neng, che trasporta 65 mila tonnellate di carbone e 950 di petrolio, incagliata vicino alla Grande Barriera corallina d’Australia.

Uno dei siti naturali più spettacolari del pianeta, classificata nella lista del patrimonio mondiale, la Grande Barriera corallina australiana, oggi e seriamente minacciata.

Il cargo cinese era fuori rotta di 15 chilometri e navigava a tutta forza. Sabato la Sheng Neng, che pare stesse utilizzando una scorciatoia illegale, attraversando il dedalo di atolli, isole, secche e banchi di corallo che costituiscono il Reef australiano, ha cozzato un scoglio, a 70 chilometri dalla costa dello stato del Queensland.

L’urto ha provocato la rottura di un serbatoio di carburante, riversandolo in mare e provocando quindi una chiazza di circa 3 chilometri.

Un fattore preoccupante è che la nave, sotto l’influenza del moto del mare, diffonda altro petrolio, le autorità temono l’aggravamento della situazione.

L’operazione è estremamente delicata, è una lotta contro il tempo, per evitare un disastro ecologico, il cargo ha una lunghezza di 230 metri e sussiste, inoltre, il pericolo che possa spezzarsi. Dai primi elementi raccolti dai periti, il motore principale e il timone, sono stati danneggiati dall’impatto.

I proprietari della nave cinese incorrono in una sanzione di circa 920 mila dollari, ha precisato il ministro dello stato del Queensland, Anna Bligh.

Loading...

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *