Neonati ricordano subito le parole ascoltate

16 ottobre 2012 09:520 commenti

I neonati riescono a ricordare e a riconoscere subito le parole fin da quando hanno pochi giorni di vita. E lo dimostra uno studio tutto italiano, coordinato da Jacques Mehler Scuola Internazionale di Studi Avanzati (Sissa) e pubblicato sulla rivista dell’Accademia di Scienze degli Stati Uniti. Lo studio è stato condotto a Udine, presso l’ospedale Santa Maria della Misericordia su 44 neonati di pochi giorni di vita: ebbene sembra proprio che fin dai primi giorni di vita la regione frontale destra del cervello dei neonati riuscirebbe a supportare il  riconoscimento vocale.

Era già noto che fin dal momento della nascita alcune aree del cervello umano si attivano quando si ascoltano delle parole, ma lo studio dimostra per la prima volta che le stesse zone riescono anche a codificare e a ricordare il suono delle parole.


I ricercatori hanno detto ai bambini delle parole semplici ripetendole dopo due minuti o cambiando le vocali. Durante i test i bambini sono stati esaminati con una tecnica non invasiva (spettroscopia nel vicino infrarosso): in pratica consiste nel dirigere un fascio di luce nel vicino infrarosso sulla testa del piccolo e misurare la luce in entrata e in uscita. Tenendo conto che una parte della luce viene assorbita la differenza in uscita rende noto quali solo le reti corticali che si attivano durante il test.

I ricercatori hanno osservato che la regionale frontale destra è la stessa che si attiva anche negli adulti durante il ricordo delle parole ed è la stessa che si attiva anche nei neonati durante il riconoscimento vocale. Lo studio condotto ha dimostrato che i bambini riconoscono le stesse vocali delle parole ascoltate in precedenza.






Tags:

Lascia una risposta