Le novità della riforma sulla legge dei condomini

21 novembre 2012 16:310 commentiDi:


Importanti novità in arrivo per  i condomini italiani. Sono stati approvati 31 nuovi articoli dalla Commissione Giustizia del Senato che riformano la disciplina dei regolamenti di condominio. La legge attuale di riferimento era quella del 1942 e quindi una riforma era necessaria.
Ecco le novità della nuova legge.
Animali domestici. Non sarà più possibile vietare di avere animali domestici attraverso il regolamento condominiale. Con animali domestici si intendono tutti gli animali da compagnia.
Riscaldamento.  Ci si potrà staccare dal riscaldamento centralizzato senza che ci sia l’autorizzazione dell’assemblea. Bisognerà comunque continuare a pagare la manutenzione straordinaria dell’impianto condominiale.
Destinazione d’uso dei locali comuni. Basterà il parere favorevole dei quattro quinti dei condomini per decidere il cambio di destinazione d’uso.
Amministrazione dei condomini. L’amministratore del condominio dovrà possedere alcuni requisiti obbligatori come il godimento dei diritti civili, un titolo di studio e l’assicurazione professionale. Bisognerà fare un corso di formazione per essere amministratore di condominio e presentare una polizza assicurativa che comunque sarà pagata dai condomini.
Barriere architettoniche. Basterà la presenza in assemblea dei condomini che rappresentano un terzo dei millesimi complessivi e il voto a maggioranza per decidere sull’eliminazione delle barriere architettoniche.
L’assemblea potrà decidere di creare un sito del condominio con ingressi riservati e dopo vengono messi tutti gli atti amministrativi.
La riforma è in un certo senso storica, visto che non si toccava la legge dal 1942. Secondo il presidente di Confedilizia Corrado Sforza Fogliani e diversi parlamentari si poteva fare di più, ma c’è anche soddisfazione per il fatto che comunque qualcosa si è fatto.






Tags:

Lascia una risposta