Origine e tradizioni della Festa della Mamma

13 maggio 2012 09:300 commenti

Ricorre oggi la Festa della Mamma che cade come di consueto la seconda domenica di maggio. Ormai la Festa della Mamma è diventata una ricorrenza con risvolti quasi ed esclusivamente commerciali, ma in realtà si tratta di una festività molto antica legata al culto della dea madre e praticata anche dalle antiche popolazioni di religione politeista.

La celebrazione cade in effetti a maggio nel momento rinascita della natura e la celebrazione legata al culto della dea madre, portatrice di vita, si riscontra in tutte le antiche civiltà.


In Italia la Festa della Mamma fu istituita da Don Otello Migliosi, parroco di Assisi a livello locale nel 1957, ben presto ripresa in tutta Italia. Ma all’estero le origini della Festa della Mamma risalgono al secolo scorso: la prima intuizione (1870) negli Stati Uniti quando la pacifista Julia Ward Howe ebbe l’intuizione di proporre la creazione del Mother’s Day per celebrare la pace nel mondo e rifiutare la guerra. Solo nel 1907 la festa diventò realtà grazie alla perseveranza di Anna Jarvis che inseguito alla scomparsa della madre spedì lettere ai membri del Congresso proponendo l’istituzione di una festività che potesse festeggiare ufficialmente una volta l’anno tutte le mamme.

E così nel 1914 il presidente Wilson accolse la richiesta e ufficializzò la Festa della Mamma la seconda domenica di maggio. Intanto in occasione della Festa della Mamma è stato divulgato il tredicesimo Rapporto sullo stato delle madri nel mondo di Save the Children, a seconda di diversi tipi di fattori, dalla salute all’istruzione alla condizione economica della madri. Nella classifica su 165 Paesi, il miglior posto per essere madri risulta essere la Norvegia, il peggiore il Niger, mentre l’Italia resta ferma al 21esimo posto.






Tags:

Lascia una risposta