Graduatorie seconda fascia con concorso, niente più assunzioni

15 ottobre 2014 09:510 commenti

Il ministro Giannini ha parlato alla Camera di alcuni argomenti legati al mondo della scuola. Ecco gli argomenti caldi: quota 96, ritardo nell’assegnazione delle supplenze, graduatorie d’istituto per la seconda fascia e concorso docenti. 

Il ministro dell’istruzione è stata udita alla Commissione cultura della Camera per riferire su alcuni argomenti caldi che riguardano il mondo della scuola. All’ordine del giorno ci sono stati i vari cicli di convocazioni. Sembra che questo sia dipeso dal fatto che nei primi 15 giorni di scuola, non tutti i posti siano stati ricoperti per via delle disponibilità e delle rinunce per opzione in altre classi di concorso.

Ciò che è successo quest’anno, con la riforma della scuola Giannini-Renzi, non sarà più possibile visto che c’è una volontà esplicita del governo a garantire il diritto dello studente alla continuità della formazione. È chiaro che per fare questo si dovrà prevedere un piano di assunzioni e si dovranno definire le regole per la composizione dell’organico funzionale.

Per quanto riguarda i quota 96 che dovrebbero essere proprio assorbiti nell’organico funzionale, il ministro riferisce che è in corso una stima del numero di docenti e personale ATA che rientrano nella categoria e a breve ci saranno i risultati.


Quota 96, ultime notizie dalla legge di Stabilità

Le risorse per operare queste due riforme, a quanto pare, saranno definite dalla Legge di stabilità ma il ministro fa intendere che non ci saranno nuove assunzioni a riguardo ma il personale per rendere operativa ed efficiente la scuola è già disponibile all’interno del sistema scolastico. Almeno per ora.

Graduatorie ATA: sospesa la scelta delle sedi (modello D3) online

Il ministro interviene anche sulle graduatorie d’istituto riferite alla seconda fascia e spiega che dall’anno prossimo, come previsto dalla riforma, ci sarà prima l’esaurimento delle graduatorie esistenti e per il resto dei posti disponibili che si stima saranno circa 40 mila, ci sarà un concorso.






Tags:

Lascia una risposta