Per Natale in aumento i regali culturali

21 dicembre 2012 19:090 commentiDi:

La crisi dei consumi, il basso aumento delle retribuzioni orarie e la diminuzione della fiducia delle famiglia sono elementi della crisi che stanno caratterizzando questo Natale. La crisi c’è e si vede negli acquisti per i regali che quest’anno stentano non poco. Le famiglie salvano solo i regali per i bambini, per i quali il Natale ha sempre un sapore particolare, e “tagliano” sul resto. Ci sono le tasse da pagare, come l’Imu, e delle spese arretrate da regolare. Per i regali, quindi, c’è poco da fare.

Consumi in calo Natale 2012



In questa situazione, però, i regali cosiddetti culturali sembrano resistere. Sempre più persone regalano abbonamenti a musei e a teatri, viaggi nelle capitali europee o biglietti per spettacoli di musica. Questi rappresentano regali a volte convenienti e ben apprezzati. L’utilità si sposta così sulla cultura, che nel nostro Paese è un settore che può reggere alla crisi e anzi può svilupparsi in futuro.

Fiducia delle famiglie ai minimi storici per l’Istat


E allora un’idea regalo potrebbe essere quella di un pacchetto per una visita culturale in una città italiana, o un biglietto low cost per una capitale europea, magari in un week-end non festivo dove il risparmio è garantito.






Tags:

Lascia una risposta