Quanti sono i missionari uccisi nel mondo?

9 settembre 2014 10:020 commenti

Con la morte delle tre suore ammazzate in Burundi il bilancio dei missionari cattolici ammazzati nel mondo sale. Una statistica a riguardo è stata presentata dall’Agenzia Fides che fa notare un’escalation di violenza contro i nuovi apostoli.

In Burundi sono state ammazzate tre suore saveriane ma in generale l’identikit del missionario ucciso è diverso: si tratta infatti, nella maggior parte dei casi, di sacerdoti.

> Missionarie in Burundi, massacrate e una anche decapitata

Il Papa ha espresso il suo cordoglio e si augurato che questa morte possa essere di stimolo alla nascita di una nuova fratellanza tra i popoli. Durante la Giornata missionaria mondiale il Santo Padre aveva evidenziato come essere missionari restituisca ai nuovi discepoli la vera gioia.

> Il messaggio dei Papa Francesco ai missionari

C’è poco da esser contenti, però, se si leggono le statistiche relative ai missionari cattolici uccisi nel mondo. Nel 2013, dice l’agenzia Fides, sono stati 23, quasi il doppio rispetto al 2012. Si tratta di 20 sacerdoti, 1 religiosa e 2 laici. A livello territoriale, la maggior parte degli omicidi si è consumata in America, dove sono stati ammazzati 15 sacerdoti: 7 in Colombia, 4 in Messico, 1 in Brasile, 1 in Venezuela, 1 a Panama e 1 ad Haiti.

Per quanto riguarda l’Africa, teatro della strage in Burundi, sono stati uccisi 1 sacerdote in Tanzania, 1 religiosa in Madagascar, 1 laica in Nigeria. Ci sono da aggiungere poi gli omicidi avvenuti nel resto del mondo, in Asia e in Europa, vale a dire 1 sacerdote ucciso in India, 1 in Siria, 1 laico ammazzato nelle Filippine e 2 sacerdoti uccisi uno in Italia e l’altro in Ungheria.

Tags:

Lascia una risposta