Quanto vale il calciomercato estivo in tempi di crisi

2 settembre 2014 22:130 commenti

Nonostante la crisi abbia interessato anche il calcio, la compravendita di cartellini non si è fermata nemmeno d’estate e le grandi squadre alla ricerca di giocatori low cost, sono riuscite ad assicurarsi rose di tutto rispetto.

Calcio 01 - pcruciatti  Shutterstock.com

In Italia, secondo il neopresidente della Figc Carlo Tavecchio e secondo il nuovo CT della Nazionale Antonio Conte, ci sono troppi stranieri in campo e questo determina un ricambio poco efficace anche tra gli azzurri.

> Conte come Tavecchio: troppi stranieri in campo

Le squadre sanno di dover far crescere il calcio puntando sui settori giovanili ma alla fine non rinunciano mai alla rincorsa del fenomeno. Alla fine dei giochi, quest’estate, il calciomercato ha mosso circa 330 milioni di euro tra cessioni, prestiti, vendite e acquisti. Molti club hanno dovuto rinunciare al colpaccio e si sono accontentati degli emergenti.

A livello europeo le spese maggiori si sono registrate nel campionato inglese che ha superato il miliardo di euro di flussi di denaro. Sempre più spese anche per la Liga mentre sta perdendo quota, come la nostra Serie A, anche la Bundesliga che rispetto agli anni scorsi fa resitrare una flessione.

Il calciomercato estivo ha tenuto in tensione le corde delle singole squadre ma sembra che il passaggio di Radamel Falcao al Manchester United sia stato l’ultimo atto di un sistema avvincente. Il Manchester United è la squadra che ha speso di più in assoluto, comprando Di Maria, Herrera, Shaw e Blind prima di Falcao. Al secondo posto c’è il Liverpool di Balotelli e Suarez e infine il Chelsea che nel calciomercato estivo ha investito 115 milioni di euro.

La serie A ha impiegato soltanto 330 milioni di euro e più indietro dell’Italia troviamo la Francia che con le misure di fair play finanziario imposte dall’UEFA ai club, ha dovuto bloccare parecchie trattative, soprattutto quelle di PSG e Monaco. Nel campionato francese si sono così spesi soltanto 125 milioni di euro.

Tags:

Lascia una risposta