Record disoccupazione 2012

8 gennaio 2013 18:220 commenti

Numeri così spaventosi non si vedevano dal 1992. Sono passati vent’anni e i giovani che finiscono nel baratro della disoccupazione in Italia sono sempre di più.

A novembre dello scorso anno è stato fatto registrare in tal senso un record tutt’altro che positivo, con il tasso di disoccupazione giovanile attestatosi intorno al 37,1%.

Per l’Istat, come anticipato, si tratta dei minimi storici dal 1992 ad oggi.

NUMERI

Giovani tra i 15 e i 24 anni: sono 641.000 le persone in cerca di lavoro comprese in questa fascia d’età. Rappresentano il 10,6% della popolazione.

Individui tra i 15 e i 64 anni: le persone in cerca di lavoro sono 39.000 in più rispetto al 2011, con un tasso di inattività intorno al 36,1%.


Disoccupati a novembre 2012: l’Istat rivela che sono 2 milioni e 870 mila gli individui senza lavoro in Italia. Il dato è aggiornato a novembre 2012. Sono oltre mezzo milione in più rispetto a novembre 2011.

Solo la componente femminile fa tirare un minimo sospiro di sollievo, essendo in leggera diminuzione.

Da novembre 2007 a novembre 2012 gli uomini con un lavoro sono diminuiti di 746.000 unità.

Da 14.126.000 occupati siamo passati in un quinquennio a 13.380.000.

FORNERO ATTACCA MONTI

Il 2013 non porterà buone nuove sotto questo punto di vista. E c’è di più. Il Ministro del Lavoro dell’ultimo esecutivo, Elsa Fornero, ha dato la colpa di ciò a Mario Monti e alle sue scelte. Per la Fornero si tratta di un fallimento del governo di cui ella stessa ha fatto parte proprio nel comparto più accreditato a modificare le cose.






Tags:

Lascia una risposta