Sarah Scazzi a dieci mesi dalla morte parla nuovo testimone

20 giugno 2011 13:330 commenti

Forse le indagini per arrivare all’assassino della 15enne di Avetrana, Sarah Scazzi, hanno raggiunto un bivio. 

Dopo dieci mesi di silenzio, sembra che oggi, coloro che hanno visto, abbiano deciso di parlare. Una nuova supertestimone è spuntata sul delitto di Avetrana, una donna ritenuta dagli inquirenti molto attendibile, poiché ciò che ha dichiarato va a confermare il racconto del commerciante di fiori,  Giovanni Buccolieri, il quale, subito dopo le sue dichiarazioni ritrattò il tutto, affermando che si trattava solo di un sogno. 

La nuova testimone avrebbe confermato  che il pomeriggio del 26 agosto, giorno in cui fu uccisa la piccola Sarah, avrebbe visto Cosima Serrano Misseri inseguire con la sua auto la nipote, costringendola  con la forza a salire a bordo. 

Un sequestro di persona prima dell’omicidio, secondo gli inquirenti, una scena che va a convalidare tutto ciò che affermava Buccolieri, non solo ai carabinieri, ma anche alla moglie e alla sua ex dipendente, ora trasferitasi in Germania. 

A seguito di autorizzazione da parte delle autorità tedesche, entro la fine di questo mese, i PM Argentino e Buccoliero sono pronti a recarsi a Colonia (Germania), città in cui vive la ex commessa del fioraio alla quale lo stesso avrebbe riferito quanto accaduta a Sarah. 

Buccolieri poi aveva smentito tutto, dichiarando che ciò si trattava solo di un brutto sogno, ma per la Procura il racconto era troppo ben dettagliato per poter essere decretato pura fantasia. 

Articolo correlato: Sarah scappava ma l’hanno presa per i capelli. Dichiara il supertestimone 

Ultimo aggiornamento 20 giugno 2011  ore 15,35

Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta