Scarsa crescita in Europa

28 marzo 2013 17:360 commenti

La crescita in Europa non è assolutamente visibile ad occhio nudo. La recessione nel nostro Paese invece è possibile da toccare con mano ogni giorno di più. Se ne sono accorti tutti, in tutte le classe sociali italiane.

Ocse: Prodotto Interno Lordo negativo per l’Italia

A conferma di questo scarso aumento dell’agio economico e del conseguente aumento della recessione arrivano le dichiarazioni dell’Ocse. L’Organo ha previso un Prodotto interno lordo molto negativo per il nostro paese.

Dati: Pil al meno 1,6% nel primo trimestre del 2013

I dati dell’Ocse, entrando nello specifico dei numeri, vogliono il Pil negativo dell’1,6%. Dati confermati da quanto successo nel primo trimestre dell’anno, con un conseguente record negativo del G7.

Europa: la crescita arriverà in nettissimo ritardo

Tornando invece ad occuparci di quanto successo in Europa, occorre dire che la ripresa arriverà con un nettissimo ritardo nel Vecchio Continente.

Mercato del lavoro nell’area dell’Euro

Il mercato del lavoro dell’area dell’Euro, in altri termini, continuerà a deteriorarsi visibilmente.

Previsioni dell’Ocse

Sono queste le previsioni portate dall’Ocse, in virtù delle prospettive di natura economica per quanto concerne i primi due trimestri dell’anno in corso all’interno dei Paesi che afferiscono al G7.

Tags:

Lascia una risposta