Sciopero oggi pubblico impiego presidi a Montecitorio

19 dicembre 2011 15:000 commenti

Migliaia di dipendenti pubblici che hanno aderito oggi allo sciopero indetto dalle tre sigle sindacali: CGIL, CISL e UIL, per protestare contro la nuova manovra finanziaria del Governo Monti, hanno gremito Piazza Montecitorio, da questa mattina, brandendo bandiere dei sindacati unitari e cartelli dai differenti slogan, del tipo: “Per una manovra giusta” o “Chi paga la manovra? I soliti noti”, piuttosto che “I lavoratori del comparto pubblico sono incazzatissimi contro una manovra iniqua, che colpisce sempre gli stessi”. 

Le proteste hanno perturbato soprattutto il settore sanitario, dove i medici e il personale infermieristico partecipanti allo sciopero, hanno garantito solo i servizi essenziali e il Pronto soccorso. 

Sul palco, davanti a Montecitorio, i tre segretari generali delle organizzazioni sindacali, Angeletti, Bonanni e Camusso si passano democraticamente la parola, ed è Susanna Camusso, leader della CGIL che ribadisce nella sua determinazione: 


La ricetta giusta non è quella di Monti. Perché grava sui soliti noti: chi ha un reddito Irpef dichiarato, in genere medio basso. Perché punta a far cassa rapidamente su chi non può sottrarsi e non si è mai sottratto al Fisco. Determina recessione e quindi non mette affatto al riparo il Paese. Hanno solo preso tempo. Di sicuro non c’è una spinta alla crescita”. 

Unitamente, i segretari delle tre organizzazioni maggiormente rappresentative, si appellano sull’art. 18, che a loro avviso non deve assolutamente essere toccato.

La big di CGIL, Camusso, garantisce “il 24 dicembre con gli altri rappresentanti sindacali riaffermeremo le  nostre ragioni. Questo Natale non sarà sereno”.

Articolo Correlato: Modalità sciopero 19 dicembre 2011

 

Ultimo aggiornamento 19 dicembre 2011 ore 16,00






Tags:

Lascia una risposta