Scoperta quinta luna di Plutone

13 luglio 2012 12:130 commenti

Il telescopio spaziale Hubble che orbita intorno alla Terra è riuscito a identificare la quinta Luna di Plutone: i ricercatori l’hanno chiamata P5, ma lo studio è appena cominciato. Nessuno avrebbe mai immaginato che Plutone potesse avere una quinta luna e soprattutto che il pianeta, così lontano dalla Terra potesse avere un sistema tanto complesso.

La nuova luna è piccola e di forma irregolare, di dimensione compresa fra i 10 e i 25 chilometri e si trova su un’orbita circolare sulla quale volano anche altre lune, ma a far discutere gli astronomi è soprattutto la sua origine. Secondo le prime ipotesi infatti le numerose lune di Plutone deriverebbero da uno scontro del pianeta con un corpo celeste avvenuto circa miliardi di anni fa. Lo studio della zona plutoniana appare particolarmente importante perché nel 2015 vi arriverà la sonda New Horizon della Nasa per una ricognizione e uno studio del pianeta.


INDIVIDUATA MODALITA’ DI FORMAZIONE DEI SISTEMI PLANETARI

Anche le ultime tre lune di Plutone (Nix e Hydra trovate nel 2006 e P4 individuata l’anno scorso) sono state identificate grazie ad Hubble, mentre Caronte, il maggiore dei satelliti del pianeta, è stato scoperto dalla Terra nel 1978. In realtà dal 2006 Plutone non appartiene neppure al Sistema Solare, considerata la sua lontananza, dato che è stato escluso attraverso una votazione effettuata dall’assemblea dell’Unione Astronomica Internazionale riunita a Praga.

Da allora il Sistema Solare termina con l’ottavo pianeta, Nettuno. Oltre, comincia la fascia dei corpi ghiacciati transnettuniani in cui è stato inserito anche Plutone, composto da metano, allora ribattezzato 134340 Pluto, e tutti i suoi plutoidi.






Tags:

Lascia una risposta