Scoperto sistema planetario “sosia” del Sistema Solare

26 luglio 2012 10:590 commenti

Dopo il pianeta gemello della Terra, arriva anche quello che dagli astronomi è stato definito come il “sosia” del Sistema Solare.

È quanto emerge da uno studio di ricerca statunitense coordinato da Roberto Sanchis-Ojeda, del Massachusetts Institute of Technology (Mit) e pubblicato sulla rivista Nature.

I pianeti del sistema solare “gemello” ruotano intorno alla loro stella di riferimento chiamata Kepler-30 e molto simile al nostro Sole. La scoperta del gruppo di ricercatori è stata resa possibile grazie alle osservazioni del telescopio spaziale Kepler della Nasa, elemento irrinunciabile di indagine planetaria, e si tratta di una scoperta non poco rilevante.


È la prima volta che viene infatti scoperto un sistema planetario del genere: i dati possono essere considerati illuminanti per poter meglio capire la struttura dei sistemi planetari e la loro formazione. Ma come è strutturato questo sistema extrasolare simile al nostro? È formato da tre pianeti, Kepler-30b, Kepler-30c, Kepler-30d (in riferimento alla loro stella) e sono tutti più notevolmente più grandi della nostra Terra. Tutti si muovono secondo un’orbita allineata all’equatore solare, presumibilmente, spiegano gli esperti, forse perché si sono formati da un unico disco gassoso.

In molti altri pianeti extrasolari il movimento e le orbite appaiono molto più confuse a causa di diverse interazioni con altri pianeti o per l’eccessiva vicinanza di altre stelle. Gli studiosi citano come esempio i Giove caldi, dei pianeti giganti che orbitano intorno alle loro stelle, ma con orbite decisamente disallineate rispetto alla loro stella di riferimento.






Tags:

Lascia una risposta