Che cos’è il legato

1 giugno 2012 12:210 commenti

Il legato è una disposizione testamentaria in forza della quale un soggetto succede al defunto in uno o più rapporti determinati. Il legatario, dunque, non diventa erede del soggetto defunto e nei suoi confronti opera automaticamente una sorta di accettazione dell’eredità con beneficio di inventario, dal momento che non risponde dei debiti derivanti dal legato oltre il suo valore. Trattandosi quindi sempre di un vantaggio a favore del legatario, non è previsto che il legato debba essere accettato, fatta salva la possibilità di rifiutare.

CAUSE DI INVALIDITÀ DEL TESTAMENTO

L’onere di soddisfare la prestazione oggetto del legato (consistente ad esempio nella consegna della collana della nonna al legatario) è a carico degli eredi. Se non vi sono disposizioni al riguardo l’onere ricade su tutti gli eredi, in alternativa il testatore può porre l’onere in capo solo ad uno o più eredi.


Esistono due diverse tipologie di legato: il legato di specie, ovvero quando oggetto della disposizione testamentaria è il trasferimento della proprietà o di altro diritto reale di godimento oppure quando al legatario viene trasferito un bene specifico o una sua quota; il legato di quantità, ovvero quando l’oggetto del legato è individuato solo nel genere e nella quantità.

DIFFERENZA TRA TESTAMENTO OLOGRAFO, PUBBLICO E SPECIALE

Il prelegato è invece un legato a favore di un erede. In tal caso, dunque, il soggetto è sia erede che legatario, senza che però vi sia confusione tra le due qualifiche. Poniamo ad esempio il caso in cui il testatore nomini suoi eredi i suoi due figli Tizio e Caio, lasciando però al primo in legato la collana della nonna. In tal caso le quote spettanti ai due verranno calcolate dividendo in due l’intero patrimonio, con esclusione della collana che andrà a Tizio. Inoltre quest’ultimo può rinunciare all’eredità senza dover rinunciare al legato oppure viceversa, facendo quindi rientrare in tal caso la collana nel patrimonio ereditario oggetto della divisione.






Tags:

Lascia una risposta