Spread Grecia cala dopo accordo

27 novembre 2012 14:110 commenti

Buone notizie per la Grecia. Dopo l’accordo di ieri sulla ristrutturazione del debito, lo spread Grecia – Germania è apparso in calo.

L’Unione europea, intanto, ha provveduto a revisionare gli obiettivi fiscali, posticipando il target di un surplus primario del 4,5% del Prodotto Interno Lordo. Operazione che sarà attiva dal 2014 al 2016.6

L’Ue, inoltre, nel ricapitalizzare le banche greche e monitorare il deficit, vuole tutelare coloro che posseggono ancora titoli subordinati. L’obiettivo è quello di garantire una ripartizione equa del peso delle manovre.

► Non c’è l’accordo su aiuti alla Grecia


Inoltre i Paesi membri vogliono abbassare il tasso di interesse a carico dei bond greci (emessi nell’ottica del Greek Loan Facility) di 100 punti.

Sarà abbassato anche il costo di garanzia pagato dal Paese ellenico sui prestiti Efsf, dello 0,1%. Sono in corso di valutazione anche alcuni interventi di cofinanziamento di fondi strutturali, nonché ulteriori tagli dei tassi sui finanziamenti Greek Loan Facility, che hanno l’obiettivo di far arrivare il Paese in una buona situazione per quanto concerne il Pil.

Per ottemperare a questo scopo, l’Eurogruppo ha stabilito l’approvazione dello sblocco della prossima tranche da 43,7 miliardi di euro a favore di Atene.

Durante il prossimo mese, (a dicembre) nello specifico saranno versati 10,6 miliardi di euro per finanziamento di budget e 23,8 miliardi di euro in bond Efsf per la ricapitalizzazione delle banche elleniche. La quota rimanente sarà emessa in una sessione nel primo trimestre del 2013. La decisione formale del versamento è in ogni caso prevista per il prossimo 13 dicembre.






Tags:

Lascia una risposta