Strauss Kahn aggressione violenta e sadica dice la Diallo

9 agosto 2011 08:140 commentiDi:

Nafissatou Diallo la cameriera che ha querelato Dominique  Strauss-Kahn per aggressione sessuale, ha intentato lunedì 8 agosto, un’azione dinanzi alla giustizia civile di New York accusando l’ex capo del Fondo Monetario Internazionale “di aggressione violenta e sadica”. 

La difesa della presunta vittima nell’atto depositato dinanzi ad un tribunale del Bronx, a New York sottolinea: “Pensando di beneficiare dell’immunità, Strauss-Kahn intenzionalmente, ha brutalmente e violentemente aggredito sessualmente la signora Diallo, così facendo l’ha umiliata e l’ha privata della sua dignità di donna”.  

L’avvocato di Nafissatou Diallo, Kenneth Thompson, aveva annunciato il 28 luglio scorso che avrebbe presto intentato una causa civile, mentre la procedura penale si trascina e i difensori di Strauss-Kahn tentano di convincere il procuratore Cyrus Vance a non abbandonare il processo. La prossima udienza è prevista per il 23 agosto. 


Indipendente dalla procedura penale, l’azione civile mira ad ottenere un compenso finanziario. In materia penale, infatti, negli Stati Uniti, la colpa deve essere stabilita oltre ogni ragionevole dubbio. Nella causa civile, in compenso, la persona che afferma di essere  vittima di un’aggressione sessuale deve semplicemente fornire più elementi a suo favore rispetto a quelli della difesa, ciò che in gergo viene definito “preponderanza di prove”. 

Gli avvocati di Nafissatou Diallo intendono, dunque, presentare ulteriori elementi di quanti Strauss-Kahn è già accusato. A questo scopo, hanno citato come testimone, anche l’avvocato di Tristane Banon, la scrittrice francese che accusa l’ex dirigente del FMI di tentata violenza sessuale. 

Articolo correlato: Accusatrice di Strauss Kahn “è un’attrice”

Ultimo aggiornamento 09 agosto 2011 ore 10,15






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta