Trovate forme di vita aliena su Marte

2 luglio 2012 10:000 commenti

Tracce di vita aliena su Marte? Sembrerebbe di sì e ne sarebbe assolutamente convinto Jay Melosh, professore di Scienze planetarie e coordinatore di un team di esperti del Planetary Protection Office della NASA, il programma per valutare l’esistenza della vita sui satelliti naturali di Marte.

Il pianeta rosso ha due satelliti, Phobos, il più grande, e Deimos, il minore. L’equipe di Melosh è alla ricerca di forme di vita aliena su Phobos, il più grande dei due satelliti naturali del pianeta rosso Marte che potrebbe conservare tracce di vita aliena esistita fino a 10 milioni di anni fa. Melosh precisa però che non si tratta di “omini verdi”. Le figure che nell’immaginario collettivo identificano gli alieni. Si tratterebbe invece di piccoli batteri verdi che avrebbero popolato Marte. Come sarebbero finiti su Phobos allora?

SCOPERTO MISTERIOSO MONOLITE SU MARTE

Secondo Melosh la spiegazione è semplice: a causa di collisioni con asteroidi di grosse dimensioni potrebbero essere stati scagliati sul maggiore dei satelliti del pianeta rosso. Secondo gli studi portati avanti dai ricercatori, in un campione di 200 grammi prelevato dalla superficie di Phobos si potrebbe trovare circa un decimo di milligrammo di materiale proveniente da Marte che conterrebbe anche circa 50 milligrammi di materiale marziano degli ultimi 3,5 miliardi di anni.

Melosh è convinto che lo studio e la ricerca di vita aliena non direttamente su Marte, ma su Phobos potrebbe rivelarsi senza dubbio efficace, ma anche meno dispendioso da raggiungere. Qualche tempo fa alcuni scatti di HiRise, il sensore ottico della Nasa, mostrarono le immagini del pianeta rosso rivelando l’esistenza di un misterioso monolite di forma rettangolare considerato da molti come la prova di una civiltà marziana.

Tags:

Lascia una risposta