Home / approfondimenti / Tunnel della droga tra Stati Uniti-Messico

Tunnel della droga tra Stati Uniti-Messico

Le forze dell’ordine americane in congiunta con quelle messicane, hanno scoperto un tunnel utilizzato per il contrabbando delle droghe, attraversando illegalmente, il confine tra la California e il Messico.

Il tunnel, che ha una lunghezza di 500 metri, è una vecchia ferrovia in disuso, munita di un sistema di ventilazione e illuminazione rudimentali.

La polizia degli Stati Uniti ha, inoltre, trovato circa 25 tonnellate di marijuana, mentre i loro colleghi messicani hanno provveduto a sequestrare diverse tonnellate di altri tipi di droghe. Le autorità federali hanno stimato il valore complessivo delle sostanze, per oltre 20 milioni di dollari. Un maxi-sequestro mai avvenuto finora, che segna un altro duro colpo contro i gruppi di criminalità organizzata.

Il tunnel collega un deposito di Otay Mesa San Diego (California) con quello di Tijuana nel Messico,  l’ingresso principale delle  droghe che arrivano in California.

Alcuni portavoce di polizia di entrambi gli stati, riferiscono che i narcotrafficanti utilizzano vecchie gallerie o arrivano al punto di realizzale, proprio per eludere qualsiasi controllo da parte della pubblica sicurezza.

Nel 2006, la polizia scoprì un tunnel di 731 metri, uno dei più lunghi trafori scoperti finora, che collegano Otay Mesa di San Diego con Tijuana.