Come utilizzare le pentole antiaderenti

8 dicembre 2012 23:350 commentiDi:

Le padelle antiaderenti sono state un ottima invenzione, in quanto permettono di cucinare con meno olio o burro, e quindi meno grassi, e fanno sì che i cibi non si attacchino alla padella stessa. Il problema, però, è che spesso si rovinano se non sono lavate nella maniera corretta. Se si rovinano possono addirittura essere un problema per la salute.

Di solito le padelle antiaderenti non hanno una vita lunga, e durano circa due anni. Se si lavano e si conservano bene possono durare di più.


Quando si compra, e prima di usarla, è bene lavarla con acqua tiepida e del detersivo mettendo poi un po’ di olio. Quando le si usa, è bene non farle surriscaldare troppo e metterle sul fuoco sempre con qualcosa. Per girare i cibi non si devono utilizzare mestoli di metallo o posate, ma mestoli di legno che non rovinano il rivestimento della padella che ne garantisce la sua antiaderenza.

Una volta utilizzata, la pentola antiaderente andrebbe fatta raffreddare e poi lavata. Quando si lava non si deve utilizzare la parte abrasiva della spugnetta, perché anche questa la graffia e la rende meno efficace. Quando si mette nel cassetto o nel mobiletto bisogna evitare di metterci sopra altre pentole in metallo.






Tags:

Lascia una risposta