Vendere cocaina in farmacia?

20 aprile 2013 11:360 commentiDi:

cocaina

L’ultimo libro di Roberto Saviano, 000, quelle densissime quattrocento pagine sulla polvere bianca che ricopre il nostro mondo, ha senza dubbio fatto sorgere e riaperto un caso, o meglio riportato alla mente vecchie domande ancora senza risposta che tornano così di forte attualità.

Il nuovo libro di Roberto Saviano parla di cocaina

Come quella se non sia, a conti fatti, meglio legalizzare la vendita della cocaina a livello nazionale per usi di tipo terapeutico e trasformare le farmacie nei suoi canali di vendita.


> Tiradritto l’iniziativa contro la cocaina

In questo modo, infatti, si eliminerebbe il dominio degli intermediari e dei mercanti della coca, si porrebbe un freno alla criminalità, si metterebbe fine a tutta un’altra serie di affari non certo legali.

E tutto ciò ha un nome, che è quello di antiproibizionismo, e che oggi anche diversi esponenti del mondo della medicina sono propensi a riconsiderare. La vendita della cocaina nelle farmacie, infatti, somministrata dietro presentazione di ricetta medica e nella sua migliore qualità farmaceutica, consentirebbe agli Stati di recuperare i soldi delle imposte evase attraverso lo smercio illegale e di riutilizzarli per scopi sociali. Magari proprio legati al problema delle tossicodipendenze.

La via della proibizione, invece, potrebbe solo continuare a nutrire gli affari d’oro della criminalità bianca.






Tags:

Lascia una risposta