Verranno ritirate le monetine da 1 e 2 centesimi di euro?

17 maggio 2013 11:480 commenti

2 euroLa Commissione europea sta pensando di ritirare le monetine da uno e due centesimi. In circolazione, a partire dal primo conio effettuato nel 2002, ce ne sono ben 45 miliardi.

In media, dunque, ve ne sono 137 per ogni cittadino dell’Eurozona. Ancora oggi, tuttavia, ci si interroga sulla loro reale utilità. Così la Commissione, sollecitata dal Consiglio e dal Parlamento europeo, sta pensando a come studiare modi e possibilità per eliminarle definitivamente. Spazzare via questi spiccioli ha una valenza economica. Produrli ha un costo ed è un’attività in perdita per l’Unione europea.

Il costo per realizzarle, a partire dal 2002, è stato di 1,4 miliardi di euro.


Spesso, però, sono soldi che si perdono inutilmente in qualche tasca di pantalone o in giro per casa, o ancora per terra.

Le soluzioni sono:

– lasciarle sul mercato;

– emetterle a un costo ridotto cambiando il materiale;

– ritirarle integralmente;

– farle scomparire gradualmente.

Nel frattempo, la Commissione ha fatto sapere di aver consultato “Associazioni di imprenditori e consumatori, tesori nazionali, zecche e banche centrali sui benefici e sugli svantaggi del conio di monete da uno o due centesimi”. Il commissario agli affari monetari Olli Rehn in una dichiarazione scritta ha spiegato: “Affronteremo ora questa discussione con le parti in causa e gli stati membri per capire se emerge una chiara preferenza sulla quale poi basare una prossima proposta legislativa”.






Tags:

Lascia una risposta