Home / approfondimenti / “Voglio te”. Si conoscono online e lui vola a conoscerla. Al suo arrivo l’atroce sorpresa

“Voglio te”. Si conoscono online e lui vola a conoscerla. Al suo arrivo l’atroce sorpresa

L’ha conosciuta online e ha perso la testa per lei. Può sembrare strano, ma nella nostra società virtuale ormai succede anche di innamorarsi a distanza, di una persona che non si è mai vista e della quale non si è mai sentito l’odore. Protagonista di questa assurda vicenda è un 42enne di Reggio Emilia che, dopo aver conosciuto la sua giovane amante online tramite degli amici, dopo essere passato alle chiamate via Skype, è volato dalla sua bella in Vietnam, per conoscerla dal vivo. Quando, però, è arrivato a destinazione dopo un lungo volo, ad attenderlo ha trovato una sorpresa choc che decisamente non si aspettava. I fatti, riportati dal Resto del Carlino, risalgono al maggio del 2013 quando degli amici dell’uomo lo hanno messo in contatto con la ragazza, loro nipote. I due hanno poi offerto all’uomo un biglietto per il Vietnam qualche mese dopo per conoscere dal vivo la giovane. Sembrava tutto perfetto, ma l’uomo ha preso una grossa fregatura.

Già perché, quando è arrivato in Vietnam, ha trovato, ad aspettarlo i genitori della ragazza che, pensate un po’, l’hanno obbligato a sposarsi. Un’azione a dir poco violenta tanto che oggi, a distanza di cinque anni, la prima sezione civile del tribunale di Reggio Emilia ha annullato le nozze. Poi dicono che gli uomini sono traumatizzati dal matrimonio… Beh, in certi casi hanno anche ragione.

Dopo essere arrivato in Vietnam il 42enne è stato condotto da Ly, che oggi ha 25 anni, nel villaggio in cui viveva con tutta la famiglia. A quel punto è stato costretto a consegnare il passaporto e a dare alla famiglia 3 mila euro. Roba da manicomio. Intanto lui era stato costretto a vivere all’interno di una capanna senza mai uscire. È proprio durante la permanenza nella capanna che gli vengono comunicate le nozze obbligatorie.

Visto che non ha scelta, partecipa al matrimonio e firma i documenti, risultando così sposato con Ly, come riporta il Resto del Carlino. Poi, però, viene rimandato in Italia e costretto a far chiedere alla giovane moglie il permesso di soggiorno in Italia come moglie di un cittadino italiano. La cosa più assurda? A due settimane delle nozze la giovane sparisce nel nulla e il 42enne si rivolge a degli avvocati per chiedere l’annullamento del matrimonio. Alla fine, dopo 5 anni e dopo una infinita battaglia legale, è riuscito a ottenere ciò che voleva.

Loading...