Yara Gambirasio polizia smentisce su svolta delitto

3 novembre 2011 12:360 commenti

Gli inquirenti hanno voluto rompere il silenzio, dopo l’ultimo scoop televisivo che ci informava che si era ormai vicini ad una svolta. Una notizia in base alla quale sarebbe stato individuato un parente dell’assassino di Yara, precisamente della persona che ha lasciato tracce di Dna sugli slip e sui pantaloni della ragazzina.  

“Parlare di svolta è assolutamente esagerato” ribadisce una fonte della polizia. “Quanto al fatto che l’omicida non sarebbe un operaio del cantiere di Mapello la stampa non scopre nulla di nuovo. Da tempo il Dna degli operai controllati è stato confrontato con le tracce sui vestiti della ragazza e non è emersa nessuna corrispondenza. E non è certo il Dna a poter dire se una persona è italiana o francese o di qualsivoglia nazionalità”. Precisa l’inquirente.

Sarebbero state trovate alcune corrispondenze parziali tra il profilo genetico trovato sugli slip di Yara e altri,  profili genetici prelevati tramite tampone di saliva, negli ultimi 8 mesi, a persone residenti in provincia di Bergamo.


Spiega l’investigatore: “la corrispondenza è parziale,  quindi non vuol dire avere individuato il soggetto che ha lasciato tracce sui vestiti di Yara, altrimenti saremmo già ad un altro punto delle indagini, come è logico. Tra le tracce di Dna sui vestiti e alcuni profili genetici prelevati alla popolazione sono emerse somiglianze, corrispondenze parziali, che meritano di essere approfondite. 

“C’è in corso un lavoro in questo senso, su alcuni campioni prelevati nella Bergamasca, per capire se è proprio così. Ma siamo ancora lontani dal traguardo”. Precisa l’inquirente. 

E alla domanda di un cronista il Questore di Bergamo, Vincenzo Ricciardi, risponde “L’ottimismo c’è sempre stato, altrimenti ci saremmo già arresi di fronte ad un’indagine così difficile. Ma svolte non me ne risultano”.

Articolo correlato: Yara Gambirasio dna di un italiano sugli slip

 

Ultimo aggiornamento 03 novembre 2011 ore 13,40






Tags:

Lascia una risposta