Home / Cucina / Le ricette di Carnevale: facciamo le castagnole per i bambini

Le ricette di Carnevale: facciamo le castagnole per i bambini

Per la gioia dei più piccoli arriva il Carnevale, arrivano gli scherzi e soprattutto, anche per i più grandi arrivano i dolci. Tra i dolci tipici della tradizione del Carnevale troviamo senza dubbio le castagnole, delle piccole frittelle dal morbido ripieno. Dobbiamo ricordarci che la classica ricetta di queste squisite palline con zucchero a velo si prepara con il liquore. E se devono essere mangiate dai bambini, diciamo che il liquore non è sicuramente la scelta migliore. Esiste una ricetta molto più semplice e leggere che ci permetterà di realizzare delle squisite castagnole non solo evitando il liquore ma anche cuocendo le frittele al forno e friggendole in abbondante olio. Quella che vi presentiamo oggi è proprio questa ricetta alternativa perfetta per i più piccoli. Scopriamo cosa ci occorre e come procedere nella preparazione delle castagnole.

COME PREPARARE LE CASTAGNOLE

 

Ingredienti:

400 g di farina 00

80 g di zucchero

4 uova

1 cucchiaio di lievito per dolci

1 limone

1 bicchierino di olio extravergine di oliva

zucchero a velo q.b.

sale q.b.

 

Preparazione:

In una ciotola aprite le uova, aggiungete lo zucchero e lavorate bene il composto. Unite poi l’olio extravergine di oliva, la scorza grattugiata del limone, un pizzico di sale e il lievito. Mescolate bene. Coprite con un canovaccio la ciotola e lasciate riposare l’impasto per 15-20 minuti. Trascorso questo tempo prelevate dei piccoli pezzi di impasto, formate dei cordoncini e da ogni cordoncino tagliate delle piccole quantità di pasta in modo da creare delle palline, né troppo piccole né troppo grandi. Cercate di formare delle palline che siano più o meno di ugual misura. Rivestite con della carta da forno una teglia, sistemate le castagnole su di essa e cuocete in forno caldo a 170°C per 20 minuti. Una volta cotte trasferite le castagnole in un piatto da portata e spolverate con dello zucchero a velo.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *