Ricetta pasta all’uovo

2 dicembre 2012 21:420 commenti

Ricetta di base per fare in casa la pasta all’uovo per tagliatelle, tagliolini, lasagne, cannelloni, ravioli e mandilli.

La tradizione italiana contempla tantissime tipologie di pasta all’uovo; la maggior parte di queste è di origine emiliano-romagnola, ma abbiamo anche ricette toscane come le pappardelle, ricette liguri come i mandilli, ricette lombarde per molte varietà di ravioli:

Ogni regione ha dunque la sua ricetta. Tutte le paste all’uovo hanno bisogno di amalgamarsi lentamente cuocendo pian piano nel forno, e poi di finire con una crosticina croccante che solo la gratinatura può dare.

INGREDIENTI

Farina (di grano tenero)

Uova

PREPARAZIONE

In una ciotola (o direttamente sul piano di lavoro) preparate la “fontana” setacciando la farina per controllare che sia libera da camole e renderla soffice. Tenetene da parte un po’ per infarinare a mano a mano. Create un buco al centro e rompeteci le uova intere se la volete colorata aggiungete anche il colorante Lavorate la pasta fino a che il composto sia omogeneo e senza grumiAvvolgetela in un asciugamano umido e lasciatela riposare un poco.

Preparazione con la macchina per fare la pasta


Dividete la pasta in palline Passatele tra i rulli partendo dal più largo al più fine, ripiegandola su se stessa e infarinandola sino a che non diverrà uniforme La pasta dovrà risultare sottile ma ruvida Tagliatela come richiede la ricetta, infarinatela e lasciatela asciugare

Preparazione con il matterello

Sistemate su un piano di legno o di marmo (mia nonna riusciva a farlo su una tovaglia, ma non vi consiglio di provarci se siete alle prime armi) infarinato il vostro impasto intero Infarinate leggermente il mattarello. Prendete il matterello subito prima dei manici e fatelo scorrere sulla pasta esercitando una pressione omogenea.

Girate l’impasto e ruotatelo, infarinando leggermente ogni volta. Alla fine avrete un cerchio omogeneo, ben ruvido e trasparente. Abbastanza asciutto da poter essere arrotolato o piegato senza appiccicarsi troppo, ma non secco altrimenti non la potrete lavorare Se preparate grandi quantità fate poche “uova” alla volta  o avrete difficoltà nello stendere la pasta Tagliatela come richiede la ricetta

Tagliatelle

Infarinate abbondantemente il disco di pasta, arrotolatelo senza schiacciare, con un coltello affilatissimo ricavate delle striscioline infarinate ancora e lasciate seccare Se pensate di conservarle potete preparare i “nidi” in questo modo non si spezzeranno quando le dovrete riporre






Tags:

Lascia una risposta