10 regole per gestire il vostro pene

9 agosto 2013 08:380 commenti

uomo-vestaglia

La prima fonte di guai per ogni uomo è il suo pene. Per molti uomini, infatti, non è facile tenerlo al suo posto e, seguendo l’istinto che arriva dal basso piuttosto che le indicazioni del cervello, finiscono per mettersi nei guai.

1. Evitare il sexting, soprattutto si è un personaggio pubblico. L’invio di messaggi con contenuti sessualmente espliciti è molto rischioso: chiedetelo a Peter Dowling, politico Queensland che ha scattato una foto del suo pene mentro lo inzuppava in un bicchiere di vino rosso (la foto poi è stata resa pubblica) o a Anthony Weiner, candidato sindaco di New York, protagonista di una chat bollente con una donna che non è sua moglie.

2. Fare attenzione all’igiene. Questa è una raccomandazione da fare soprattutto a chi ama indossare pantaloni molto stretti, come è di moda adesso: si suda anche in quelle zone e l’igiene è la prima regola da rispettare se si vuole avere il pene in buona salute.

3. Non infilare il pene negli elettrodomestici di casa. Sembra una raccomandazione assurda, ma dato che a farla sono stati i vigili del fuoco di Londra, c’è da credere che a qualcuno questa malsana idea sia già venuta. I vigili del fuoco di Londra dal 2010 hanno fatto più di 1.300 interventi per sbloccare peni rimasti intrappolati in elettrodomestici di vario genere.

4. Non urinare nei luoghi pubblici. Avete presente quell’odore di urina che si sente per le strade, nei giardini pubblici, alle fermate degli autobus o sotto i portoni? Beh, non è colpa solo dei cani, ma anche di tanti esseri umani incivili che non riescono a trattenerla fino a casa.

► Quanto è lungo il pene medio?

5. Non mettere mai il pene in qualcuno che non lo vuole. Non ci sono scuse. Non ingannate voi stessi dicendo che no stanno dicendo sul serio. Se qualcuno dice no è no, anche se è ubriaco o il vostro partner. Non è difficile capire la differenza tra qualcuno che è consenziente alla penetrazione e uno che non lo è. Non c’è mai una scusa. Mai.

6. Non nominare il pene. Anche se non tutti potrebbero essere d’accordo, dare un nome al proprio pene non è una cosa divertente. Soprattutto quando si scelgono nomi ridicoli e, quando si tratta di un nome assegnato ad un pene, è sempre ridicolo.

7. Attenzione a dove e con chi siete mentre vi scambiate effusioni. In molti paesi è proibito scambiarsi effusioni in pubblico, soprattutto se il destinatario di queste è un altro uomo.

8. Non cercare di perforare il proprio pene. In alcune culture, come quella indiana, gli uomini si sottopongono ad atti di mutilazione del pene o simili, come cercare di sollevare pietre con i genitali, come atto di fede e metodo per eliminare le pulsioni erotiche. Più vicino a noi, ci sono persone che si fanno fare piercing sui genitali: se volete continuare ad usare in libertà il vostro pene, evitate di farlo: i piercing sono a rischio HIV, epatite B e C, se non fatti correttamente.

9. Non cercare di rendere il vostro pene più grande con pillole o altri strumenti venduti on-line. Tutti vorrebbero un pene più grande e, molti, cercano di ovviare al problema acquistando prodotti di ogni genere su Internet. Oltre ad essere assolutamente inutili al vostro scopo, potrebbero anche provocare dei danni.

► Curiosity disegna un pene su Marte

Se le dimensioni del vostro pene vi mettono particolarmente a disagio potreste provare con l’allungamento o l’allargamento chirurgico se non fosse che il primo altro non è che la recisione il legamento sospensorio che tiene il pene all’interno del corpo e che, per il secondo, si utilizzano fogli di tessuto di AlloDerm. Che cosa è l’AlloDerm? E’ la pelle dei cadaveri alla quale sono state rimosse lke cellule fino a lasciare solo il collagene.

10. Non confondere il pene con il cervello. La regola più importante di tutte.

Tags:

Lascia una risposta