Home / Curiosità / Alessandro Siani accetta miracoli di incassi

Alessandro Siani accetta miracoli di incassi

Si accettano miracoli: Alessandro Siani il suo personale miracolo di inizio anno lo ha fatto in botteghino. Il suo film, uscito nelle sale cinematografiche italiane il 1 gennaio 2015, in meno di una settimana ha infatti conquistato il primo posto della classifica delle entrate con oltre 7 milioni di euro di incassi. Un dato che ribadisce, ancora una volta, la forte popolarità di Siani e la sua capacità di conquistare pubblico. I numeri sugli incassi dei vari film in uscita al cinema parlano abbastanza chiaramente.

RISATE AL CINEMA A NATALE: OGNI MALEDETTO NATALE

Il comico napoletano ha sorpassato velocemente anche Clint Eastwood che con American Sniper si è piazzato secondo (5.600.000). Il terzo gradino del podio invece è occupato da Big Hero 6 (1.670.000 risalendo di una posizione con un totale di 7.660.000 incassati). Nel giorno della prima erano oltre 2,4 milioni le persone in sala. Al quarto posto si piazza invece The Imitation Game. Del cast di Si accettano miracoli fanno parte, oltre allo stesso Siani, Fabio De Luigi, come coprotagonista nei panni di un prete, Anna Caterina Morariu, Serena Autieri e Giovanni Esposito. Tutti nomi che promettono bene. La partenza di questa “favola comica”, come l’ha definita lo stesso Siani, è eccellente: riuscirà ad equiparare il grande successo de Il principe abusivo, il primo film girato dal comico napoletano (che ha fatto incassare la cifra record di 15 milioni di euro)? L’obiettivo del regista è quello di dare un’immagine diversa della città partenopea mettendo in risalto la genialità di questo popolo. La trama è la storia di Fulvio (Alessandro Siani), un tagliatore di teste senza scrupoli che finisce vittima delle sue stesse pratiche e viene a sua volta licenziato. La sua reazione di rabbia gli costa un mese di servizi sociali in una casa famiglia gestita da suo fratello Don Germano (Fabio De Luigi), parroco di un piccolo borgo dell’Italia del sud. Essendo più scaltro del fratello riesce a capire con approccio pratico di quale “miracolo” ha bisogno il paese.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *