Alla scoperta di Sochi, città che ospita le olimpiadi 2014

25 gennaio 2014 10:300 commentiDi:

459104491

Per la prima volta dalla sua costituzione come realtà politica autonoma, la Russia ospiterà i Giochi Olimpici invernali 2014, giunti alla loro XXII edizione, che si disputeranno nella città di Sochi, sul mar Nero, tra il 6 e il 23 febbraio di quest’anno. Alla manifestazione prenderanno parte ben 82 nazioni del globo, i cui atleti si affronteranno in 15 diverse discipline, per un totale di oltre 98 gare, che si susseguiranno senza soluzione di continuità negli oltre quindici giorni di manifestazione. 

E per rimanere ancora in tema di numeri, a Sochi saranno presenti in totale 2500 atleti di diversa origine e provenienza, tra cui 1950 uomini e 950 donne. L’Italia sarà rappresentata in particolare dal campione dello slittino Armin Zoeggler, che presenzierà anche in qualità di nostro portabandiera nazionale.

Il calendario de Giochi Olimpici di Sochi 2014 si presenta dunque molto denso di appuntamenti: si partirà infatti il 6 febbraio con le prime qualificazioni, per poi celebrare la Cerimonia ufficiale di apertura, il giorno 7, presso lo Stadio Olimpico di Sochi, a partire dalle ore 17 – fuso orario italiano – per poi disputare le ultime gare il giorno 22 e concludere l’evento il 23 febbraio, con la Cerimonia di Chiusura dei giochi a partire dalle ore 17.

I luoghi ufficiali in cui si svolgeranno le manifestazioni saranno più di uno. Oltre alla città olimpica di Sochi, che di norma ospita circa 350 mila abitanti, e sul cui litorale è stato costruito l’imponente Parco olimpico, le gare avranno luogo anche presso la stazione sciistica di Krasnaja Poljana, a circa 45 km da Sochi, mentre il villaggio olimpico verrà situato nella località di Adler, che dista dalla prima solo 28 km. A Krasnaja Poljana avranno in particolare luogo le gare di sci, bob, slittino e skeleton, mentre le discipline afferenti al pattinaggio sul ghiaccio o al curling saranno ospitate nella città olimpica.

I Giochi Olimpici di Sochi, per la Russia, data la novità dell’evento, sono un occasione da tempo attesa. In virtù di queste ragioni, dunque, sembra che gli organizzatori non abbiano affatto badato a spese: secondo il primo preventivo, infatti, per la realizzazione delle infrastrutture e degli impianti necessari per ospitare l’evento – tra cui il nuovo stadio olimpico Fist- le autorità avrebbero dovuto investire circa 12 miliardi di dollari, ma la realizzazione dei lavori ha fino ad oggi richiesto un budget da 51 miliardi di dollari. Di conseguenza, i Giochi Olimpici di Sochi hanno conquistato, prima ancora di iniziare, il titolo e il record di olimpiadi più costose della storia.

Sarà sicuramente spettacolare, dunque, alla luce dell’ingente mole di risorse impiegate per la realizzazione di questa manifestazione, assistere anche solo ad alcune delle gare che verranno disputate. La città olimpica di Sochi, infatti, si appresta ad apparire a tutti gli ospiti internazionali nella veste del suo nuovo splendore.

Per chi non volesse quindi perdere questa irripetibile occasione per visitare un piccolo pezzo di Russia, ecco alcune informazioni su come organizzare il vostro viaggio a Sochi in occasione delle Olimpiadi Invernali 2014.

Alla scoperta di Sochi, città che ospita le olimpiadi 2014

Sochi sorge a 16oo km da Mosca, nella regione del Krasnodar Krai e, per la sua natura di stazione balneare, è anche chiamata la Perla del Mar Nero. Per i Russi è infatti meta d’elezione delle vacanze estive e la sua nomina a città olimpica nel 2007, ha creato un certo stupore. Ma si tratta di una località turistica dalle grandi potenzialità, che ospita anche la residenza estiva del presidente russo.

Come arrivare a Sochi

Per tutto il periodo di durata della manifestazione, dal 6 al 23 febbraio 2014 e anche nei giorni immediatamente precedenti e successivi, le autorità hanno annunciato che verrà intensificata la rete degli scambi aeroportuali con il resto d’Europa. In modo particolare saranno intensificati i collegamenti con l’aeroporto internazionale di Francoforte. Altri scali importanti da ricordare saranno Vienna, Istanbul e Tel-Aviv.

La prima cosa da sapere, dunque, per chi vuole arrivare a Sochi è che sarà necessario ottenere un visto turistico per assistere alle Olimpiadi, a meno che non si arrivi in nave e non ci si trattenga meno di 3 giorni. Per chi decide di prendere l’aereo, a Sochi si atterra presso l’aeroporto internazionale, recentemente ristrutturato, nella zona di Adler, a circa 28 km dalla città. L’aeroporto di Sochi è collegato con la città tramite linee bus, servizio taxi e diversi treni, gestiti dalle Ferrovie Russe, che vendono biglietti online.

Come dicevamo, inoltre, la città olimpica si può anche raggiungere in nave, per lo più dalla Turchia, o in auto.

Il clima e il meteo di Sochi

Ma una volta arrivati a Sochi, che clima e che tempo dovete aspettarvi di trovare nella città dei giochi della neve? Sochi, in verità, è una delle città russe dal clima più mite. Offre 300 giorni di sole all’anno anche se si presenta molto umida. A febbraio, però, le temperature sono tali da permettere lo svolgimento delle gare, e il mese, insieme a marzo, è uno di quelli maggiormente consigliati per la qualità della neve. Le temperature che troverete, ad ogni modo, si aggireranno intorno ai 6 gradi, oscillando costantemente tra i 2 e i 9.

Hotel e alberghi di Sochi

Prima di arrivare a Sochi, sarà di sicuro necessario trovare un alloggio in cui soggiornare, dal momento che l’evento delle Olimpiadi Invernali 2014 richiamerà moltissimi turisti da tutto il mondo. Muoversi con anticipo sarebbe in questi casi preferibile, ma se non avete ancora prenotato potete intanto fare tesoro di queste indicazioni. Per i Russi Sochi è una località balneare sul Mar Nero, dunque, molti siti e tour operator online presentano e recensiscono gli alberghi in virtù della loro vicinanza al mare. La location  che andrà tenuta presente nel vostro caso sarà quella del Parco olimpico o una delle sue due sedi distaccate.

Come muoversi a Sochi

Una volta in città, tuttavia, per muovervi tra le diverse zone di Sochi, i mezzi migliori che potrete adoperare sono i bus e i caratteristici minibus – chiamati marshrutka – che ripetono gli stessi percorsi degli autobus di linea. I percorsi a piedi non sono molto consigliati, perché piuttosto distanti.

Saranno invece molto utili, veloci ed economici i treni, che vi permetteranno di raggiungere i diversi stadi – anche questi prenotabili dal sito delle Ferrovie Russe. Per i taxi si consiglia infine la prenotazione tramite albergo, perché non tutti i tassisti parlano l’inglese o accettano carte di credito – la moneta qui diffusa è il rublo e per il cambio è in genere richiesto, presso banche e centri di cambio, il passaporto.

Tags:

Lascia una risposta