Home / Curiosità / Antonello Venditti: accusato di opportunismo dai suoi romani per il caso Esposito

Antonello Venditti: accusato di opportunismo dai suoi romani per il caso Esposito

Ad alcuni tifosi della Roma non è andata giù la presa di posizione del loro illustre concittadino Antonello Venditti che ha invitato la madre del tifoso partenopeo Ciro Esposito a salire sul palco di un suo prossimo concerto per manifestare, in questo modo, la necessità di riscoprire un legame di amicizia tra le città di Roma e Napoli che ha subito un brusco ridimensionamento a seguito dell’omicidio di Ciro Esposito da parte di alcuni ultras giallo-rossi durante i noti fatti di Napoli Fiorentina (partita tenuta nella Capitale).

Venditti si era fatto avanti dopo che la madre di Ciro, la signora Antonella Leardi, aveva rivolto un appello allo stesso cantautore affinchè presenziasse alla manifestazione in ricordo del tifoso napoletano che è prevista nel capoluogo campano il prossimo 23 novembre. Quel giorno Ciro avrebbe compiuto i suoi 29 anni e quindi quale migliore modo per ricordare questa importante data coinvolgendo anche Venditti? Le uova nel paniere della solidarietà e del ricordo sono state però rotte da alcuni tifosi romanisti che se la sono presa con lo stesso Venditti. Alla base delle critiche, in realtà, non ci sono solo le accuse di opportunismo che sono state rivolte al cantante. Per inquadrare quello che è avvenuto, infatti, non si può prescindere da quello che è lo storico rapporto sussistente tra Roma e Napoli. Tra la tifoseria capitolina e quella partenopea, infatti, i rapporti era già molto tesi ben prima dell’omicidio di Ciro Esposito. Da molti anni, infatti, tra le due compagini esiste un vero e proprio odio che spessissimo è sfociato in episodi di barbara violenza che è anche incentivata dalla vicinanza tra le due grandi metropoli. In questo contesto va inquadrata la morte di Ciro. L’invito rivolto da Antonello Venditti alla signora Antonella affinchè salisse sul palco di un suo concerto sarebbe stato un bel segno per cercare di superare questa situazione assurda.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *