Antonio Gramsci celebrato a New York

1 luglio 2013 16:210 commenti

new_york_celebra_antonio_gramsci_il_volto_e_le_idee_illuminano_il_bronx-330-0-367876Il comunismo sbarca nella grande mela, precisamente in uno dei suoi quartieri più rappresentativi: il Bronx. Antonio Gramsci sarà celebrato a New York a partire da luglio, sino al mese di settembre.

Merito di un’idea dell’artista svizzero Thomas Hirschhorn. La gente del quartiere newyorkese ha dato vita a uno speciale sogno, destinando un importante tributo a quel filosofo italiano che, parole della popolazione, “pagò a caro prezzo il suo impegno”.

L’idea dell’artista svizzero ha coinvolto gli abitanti del Bronx, a Forest Houses. Hirschhorn racconta di aver avuto “diversi incontri con i residenti” e che “discutere con tutti loro è stato istruttivo, divertente e veramente utile. Ho ammirato il loro impegno, il loro coinvolgimento e i loro pensieri”.


La scelta di Gramsci deriva dal fatto che Hirschhorn è un suo fan: “La mia stima comprende tutto quando si parla di lui, senza eccezione. Come fan, come ogni fan, non ho nessuna critica, nessuna distanza e nessun limite. Essendo un fan non posso spiegare o giustificare, ma cercherò di chiarirla così: ‘Perché Gramsci?’ Perché era un eroe.

Un rivoluzionario, che pagò a caro prezzo il suo impegno. Uno stratega, secondo Hirschhorn. Politica e passione si fondevano in lui. Il suo linguaggio era chiaro, preciso, sempre contro gli indifferenti. Hirschhorn ha poi menzionato ‘Quaderni” e ‘Lettere dal carcere’. Testi che lo hanno formato.

Così, New York avrà il suo temporary Gramsci Monument. Hirschhorn in passato aveva dedicato lo stesso tributo ad altri scrittori e filosofi: Spinoza, Gilles Deleuze e Georges Bataille. Appuntamento nel Bronx, dunque, da luglio a settembre. Con un pezzo di storia e cultura d’Italia.






Tags:

Lascia una risposta