Apre a Milano la prima clinica veterinaria pubblica

31 marzo 2014 15:440 commentiDi:

cane

L’Italia è da sempre all’avanguardia in Europa per il suo sistema sanitario nazionale, che almeno dal punto di vista sociale, è uno dei più completi sistemi pubblici del Vecchio Continente. Ma ora sarà forse possibile estendere questo primato anche alle cure per gli animali. Aprirà infatti a Milano la prima clinica veterinaria pubblica, nel quartiere di Bruzzano, dove uno spazio di oltre 200 metri quadrati verrà allestito e  dedicato alle cure per gli amici a quattro zampe. 

Nella Casa degli animali di via Senigallia 60 ci saranno infatti numerose postazioni per la cura e la degenza degli animali domestici e la sua gestione sarà affidata ad associazioni animaliste che avranno il compito di offrire le loro cure alle persone che non possono permettersele. La realizzazione della struttura dovrà essere completata entro il 2014.


Il Comune di Milano concederà infatti gli spazi a titolo gratuito ad una associazione che garantisca il funzionamento della struttura presentando un piano di gestione di almeno tre anni, con la possibilità di un rinnovo alla presentazione di un nuovo piano di attività. Tutto l’iter verrà scandito dalla pubblicazione dei relativi bandi di concorso.

I cittadini che avranno accesso gratuito alle cure di questa nuova struttura saranno individuati attraverso i relativi documenti ISEE, che attesteranno la loro effettiva incapacità economica di sostenere le cure per gli animali. In questo spazio i loro cuccioli potranno trovare assistenza e cure adeguate.

Ma non solo. Il nuovo spazio della Casa degli Animali accoglierà anche eventuali associazioni che si occupano della cura degli animali bisognose di un sostegno da parte dell’amministrazione. In seguito all’apertura della struttura, tuttavia, secondo quanto previsto dal bando, il gestore che vincerà l’appalto si occuperà anche delle spese di gestione e manutenzione della clinica veterinaria, avendo come obbligo quello di intraprendere le attività previste dal piano entro il termine di due mesi.






Tags:

Lascia una risposta