Home / Curiosità / Barry Lyndon 40 anni dopo, due curiosità sul capolavoro di Kubrick

Barry Lyndon 40 anni dopo, due curiosità sul capolavoro di Kubrick

Dopo ben 40 anni dall’esordio torna al cinema in una nuova versione Barry Lyndon, uno dei più grandi capolavori del genio di Stanley Kubrick . Era il 1975 quando il regista, ispirato dal romanzo “Le Memorie di Barry Lyndon”  di William M. Thackeray, diede vita alla pellicola di Barry Lyndon. Ora l’appuntamento al cinema per il prossimo 12 gennaio: per chi ne ha amato la versione originale ma anche per chi si avvicina a questo storico film per la prima volta. La visione di questo film è sicuramente una esperienza indimenticabile in entrambi i casi.

IL PRIMO FILM DI KUBRICK COME NON LO AVETE MAI VISTO

La storia, come ben sapranno gli amanti del genere, è quella dell’avventuriero irlandese Redmond Barry che, partito da modeste condizioni, arriva dopo molte peripezie a  sposare l’aristocratica Lady Lyndon. Il film inizia con il duello che Barry per difendere sua cugina Nora: certo di aver ucciso il suo rivale, un capitano inglese, parte per Dublino. Lungo la strada subisce una rapina ed è costretto ad arruolarsi con l’esercito inglese. Le disavventure lo portano prima a disertare poi a distinguersi in battaglia. Gli viene dato l’incarico di sorvegliare uno straniero, un giocatore professionista, sospettato di essere una spia. Barry invece con il tempo diviene suo amico e lascia insieme a lui la Prussia. Durante questi pellegrinaggi in giro per l’Europa incontra la bella Lady Lyndon (Marisa Berenson), moglie di un uomo anziano e malato. Se ne innamora subito e, appena resta vedova Barry prende il posto del marito al suo fianco. Questa la trama. Quello che non tutti sanno invece è che la pellicola originale si meritò ben 4 Oscar tra cui anche quello per i costumi, opera dell’italiana Milena Canonero. Gli altri tre premi furono per la fotografia, per le scenografie e per la colonna sonora. Chiudiamo con  una curiosità sul recupero di quest’opera: l’intervento fa parte di un progetto di più ampio respiro ribattezzato “Il cinema ritrovato”. Quali altri film coinvolgerà?

Loading...