Caccia al fantasma di Claretta Petacci a Salò

19 ottobre 2012 09:300 commenti

Il caso è abbastanza particolare, tanto da destare l’interesse anche degli scettici. Da qualche tempo a questa parte, a Salò è caccia allo spettro di Claretta Petacci, l’amante di Benito Mussolini che lo aveva seguito anche durante gli anni della Repubblica e che condivise con lui la tragica fine a Milano.

Secondo quanto riferito da alcuni testimoni, lo spettro della Petacci si sarebbe manifestato nell’ultimo anno in tre diverse occasioni. Lo spettro della donna sarebbe apparso una prima volta sotto le sembianze di una figura eterea, ma l’avvistamento più interessante risale al Ferragosto 2011.


Alcuni ragazzi raccontano che verso le undici di sera, passeggiando sul lungolago Zanardelli, hanno incontrata un’elegantissima signora in abiti Anni Trenta che ha parlato rivolgendo loro poche parole, “Sono Claretta”, prima di sparire del tutto. A quel punto i ragazzi decidono di raccontare l’accaduto a un membro dell’associazione National Ghost Uncover, una società di acchiappafantasmi di Riccione.

A supportare il racconto dei ragazzi, arrivano anche altri avvistamenti di Claretta Petacci, una risalente al novembre 2011 e l’altra ad aprile. Proprio ad aprile un turista riesce a riprendere l’apparizione con una telecamera e il filmato viene studiato con attenzione dai Ghostbusters. A quel punto i membri del Ghost Uncover decidono per un sopralluogo a Salò che si sarebbe tenuto un paio di giorni fa.

I risultati evidentemente sono stati interessanti dato che hanno deciso di ritornare a febbraio con l’ausilio di telecamere ad infrarossi e rilevatori di calore. Senza dubbio la storia avrà un seguito: resta solo da attendere qualche mese di tempo per capire l’evoluzione degli avvistamenti…






Tags:

Lascia una risposta