Call Me Maybe in versione cheerleaders dei Miami Dolphins fa esplodere Youtube

21 febbraio 2013 10:050 commenti

Capita sovente che un video diventi un trend per un lungo periodo. Magia di Youtube, il social network delle clip, che offre la possibilità a chiunque di diventare per un giorno (ma anche per anni) il re delle classifiche. In altri termini, per essere una star oggi basta una videocamera e un po’ di fortuna.

Capita, a maggior ragione, che chi ha del talento o una bella presenza, riesce ancor meglio in questo intento. La gente, in fondo, è alla ricerca del giusto mix tra estetica e bravura.

► Online nuova canzone Adriano Celentano su elezioni e Papa

E di casi similari in giro ce ne sono tanti. Volete un bellissimo esempio? Guardatevi il video di Call Me Maybe, ma non nella sua versione originale. Il brano della cantautrice canadese Carly Rae Jepsen (estratto dal suo fortunato Ep Curiosity) è stato magistralmente interpretato dalle cheerleaders dei Miami Dolphins, che hanno deciso di pubblicare la loro versione su Youtube.

Il risultato? Il counter del sito è ‘esploso’. Non si contano più le visualizzazioni quotidiane per questa clip, piccante e intelligente.


Sarà che le ragazze-immagine che allietano la vista dei supporters dei Dolphins nei loro costumini aderenti, sono il giusto mix di bellezza e attrazione fisica. Sarà che hanno del talento e che riescono a rappresentare in un solo corpo di ballo tutti i gusti degli uomini. Tra le cheerleaders di Miami, infatti, ravvisiamo la presenza di ragazze bionde, more, rosse, ebano. Ci sono, insomma, tutti i colori dell’amore.

Poco dopo l’uscita di questo video tributo, inoltre, un gruppo di soldati in missione in Afghanistan ha deciso di divertirsi facendone una parodia, per rispondere alle cheerleaders e per dare un ulteriore omaggio alla hit della Rae Jepson.

► Michael Jackson è ancora vivo?

Se poi ci mettiamo che quella della cantautrice irlandese è una bella canzone il gioco è fatto. Il successo, si sa, arriva quando meno lo si aspetta. E ora le belle ragazze in questione possono godersi il loro momento di gloria.






Tags:

Lascia una risposta