Capodanno 2014, in tutto il mondo si brinda italiano

30 dicembre 2013 09:390 commentiDi:

champagne-capodanno

La tradizione vuole che per la notte di Capodanno si stappi una bottiglia di champagne francese, per salutare con classe e raffinatezza l’anno che sta per terminare e dare il benvenuto al nuovo che inizia.

Ma questa tradizione sta rapidamente cambiando a favore delle bollicine italiane che, in questo 2013 di contrazione dei consumi sul fronte interno, ha fatto registrare un vero e proprio boom di vendite all’estero.


Secondo una stima effettuata dalla Coldiretti sulle vendite e le esportazioni di vino all’estero, per questo Capodanno saranno ben 140 milioni le bottiglie di spumante italiano stappate nei veglioni di tutto il mondo, che aggiunte a quelle che sono già arrivate sulle tavole di oltre confine, portano l’export totale di vino spumante italiano all’estero a ben 290 milioni di bottiglie nel 2013, per un giro di affari di 700 milioni di euro.

Le bollicine italiane in questo 2013 sono state particolarmente richieste dalla Cina, la cui richiesta è aumentata dal 101% negli ultimi dodici mesi, seguita dall’Australia che ha fatto registrare una crescita delle importazioni del 72%e dalla Russia, che ha segnato un +31%.

I vini italiani vanno bene anche sui mercati tradizionali come quello inglese e americano, che nell’ultimo anno hanno fatto registrare un incremento delle vendite rispettivamente del 50 e del 24%.

Anche gli italiani preferiscono spumante tricolore: le bollicine italiane saranno scelte per festeggiare il Capodanno 2014 da ben l’89% della popolazione.






Tags:

Lascia una risposta