Home / Curiosità / Checco Zalone batte se stesso: Quo Vado? presto supererà Sole a Catinelle, poi sarà storia

Checco Zalone batte se stesso: Quo Vado? presto supererà Sole a Catinelle, poi sarà storia

In base agli ultimi dati giunti dal Box Office, il nuovo film di Checco Zalone, Quo Vado?, starebbe per superare il precedente successo dell’attore pugliese, Sole a Catinelle. I numeri del Box Office sono molto chiari: considerando le ultime cifre sugli incassi nel week end, Quo Vado? avrebbe rastrellato già 50 milioni di euro, 2 milioni di euro in meno rispetto ai 52 milioni che furono incassati da Sole a Catinelle. La previsione degli esperti di cinema è categorica: Quo Vado?, con tutta probabilità, diventerà il film-commedia più visto in Italia e non solo.

Anche all’estero, infatti, Quo Vado? si sta imponendo svettando nella classifica del Box Office e staccando tutte le altre pellicole a partire dal Piccolo Principio. E’ chiaro, quindi, che il film dell’attore pugliese non sia un fenomeno solo italiano ma sia una pellicola che ha le potenzialità per far bene in tutto il mondo. Le accuse di lanciare pellicole banali che sono giunte a Checco da ambienti impegnati sono state un boomerang per gli stessi promotori perchè anche gli ultimi dati del botteghino, quelli, per intendersi, che sono riferiti al week end compreso tra l’8 gennaio e il 10 gennaio, confermano e migliorano il trend dei biglietti staccati.

Un utile termine di paragone per analizzare il successo di Checco Zalone giunge dall’ultimo capitolo della saga di Guerre Stellari. Il film, nonostante una campagna stampa molto incisiva, infatti, a stenti è riuscito a superare i 24,5 milioni di euro in incasso al botteghino. E si sta parlando di uno dei film che meglio ha fatto nell’ultimo periodo.

“Quo Vado?” secondo molti critici si sta candidando ad entrare nella storia del genere commedia anche se la sua capacità, che hanno affermato dei critici più attenti alla realtà, è proprio quello di raccontare i lati più negativi degli italiani utilizzando l’arma dell’ironia non per questo l’atteggiamento di Zalone è meno spietato.

 

Loading...