Christian De Sica difende il cinepanettone

30 dicembre 2011 16:530 commenti

Christian De Sica difende a spada tratta il suo lavoro, infatti è convinto che nonostante gli incassi un po’ deludenti gli italiani dovrebbero evitare frasi del tipo:”Il cinepanettone è morto” oppure fare troppi complimenti ai film americani perché in questo modo si toglie spazio al cinema nazionale.

L’attore e regista spiega che con queste affermazioni distruggono la cinematografia italiana e di conseguenza tolgono lavoro e pensioni a centinaia di persone. De Sica è certo che con questo atteggiamento esterofilo l’Italia non farà più niente e che verrà dato sempre più spazio ai film stranieri, così prega tutti coloro che sono contrari ai film natalizi come il suo di fare finta di niente, perché se no potrebbe pensare che si tratta solo di invidia.

Vacanze di Natale a Cortina” non può quindi essere definito un flop, perché film come questi sono destinati a giovani e famiglie e si basano sul passaparola quindi bisogna lasciare il giusto tempo prima di giudicare. De Sica dice che il milione di euro in meno registrato il primo week-end dipende dalla concorrenza de Il Gatto con gli stivali, un film di animazione che ha colpito in modo significativo un pubblico giovane e tante famiglie italiane. L’artista è comunque ottimista, infatti termina l’intervista dicendo che nella peggiore delle ipotesi faranno circa 10/15 milioni di incasso, una cifra più che dignitosa considerando che De Sica e Co. girano cinepanettoni da 28 anni!

Tags:

Lascia una risposta