Cicap organizza quarta Giornata anti-superstizione

17 febbraio 2012 08:350 commenti

Venerdì 17 febbraio 2012, anno bisestile per di più, è una giornata molto difficile per tutti i superstiziosi.

Tra gatti neri da tenere rigorosamente alla larga, specchi che non dovranno assolutamente essere rotti, o passaggi sotto le scale assolutamente da evitare, i superstiziosi trascorreranno la giornata incrociando le dita e sperando che le ore passino il più velocemente possibile senza che accada alcun evento funesto.

Ma qualcuno ci ride sopra e per il quarto anno di seguito il CICAP (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale – www.cicap.org) organizza la quarta Giornata anti-superstizione. Il Cicap si impegna da oltre 20 anni per sradicare l’irrazionalità e la superstizione: l’intento è quello di far capire a tutti i superstiziosi quello che per gli esperti è ormai un dato accertato e cioè che essere superstiziosi porta realmente male.


Secondo Massimo Polidoro, segretario nazionale del CICAP nel momento in cui crede che un oggetto, una persona o una frase qualsiasi abbiano il reale potere di portare sfortuna subentra un condizionamento tale da finire per provocare realmente tutti i temuti danni ipotizzati.

Intenzionato a combattere la superstizione (l’Italia si classifica al settimo posto fra i paesi europei), il Cicap organizza annualmente  la Giornata anti-superstizione che cade necessariamente e provocatoriamente di venerdì 17.

Attraverso incontri, seminari, conferenze stampa, anche se la novità di quest’anno sono i flashmob che saranno organizzati su facebook in diversi luoghi centrali delle città, il Cicap mette in scena una sorta di piccolo contro rituale della superstizione. Per affrontare con un pizzico d’ironia la giornata di oggi.






Tags:

Lascia una risposta