Cicciolina si ricandida per portare in Chiesa i matrimoni Gay e Lesbo

8 novembre 2012 19:580 commenti

Ilona Staller, in arte Cicciolina, si ricandida a Montecitorio. Ci era già stata dal 1986 al 1992 all’interno del gruppo dei Radicali. Ora, dopo una conferenza stampa tenuta a Isola Farnese, annuncia il suo ritorno in politica.

Proprio a Isola Farnese, vicino Roma, Cicciolina vive con il suo compagno Luca Di Carlo. Lui è un avvocato e quest’estate è balzato agli onori della cronaca (rosa) perché si vociferava che Nicole Minetti doveva fare un film porno con lui come partner.

Oggi la coppia pensa solo a illustrare il programma del partito, che prende il nome di DNA: Democrazia, Natura, Amore.

La gestione è “familiare”. Cicciolina e Di Carlo sono i due presidenti. Lo slogan stampato sui manifesti è infatti “Dual President”. Una lista di proposte irrealizzabili ma belle da pronunciare:

– salario garantito per i giovani;

– eliminazione delle auto blu e dei privilegi della casta;

– buon funzionamento della giustizia;

-sicurezza sociale per tutti.

Poi il punto fondamentale: portare in Italia e soprattutto in Chiesa i Matrimoni Gay e Lesbo.

CAMPAGNA ELETTORALE

Ecco come i coniugi Staller – Di Carlo vogliono impostare la loro campagna elettorale:

“Pensiamo di spendere non piu’ di centomila euro per la campagna elettorale che puntera’ tutto su Facebook perche’ consideriamo i siti internet ormai obsoleti”

Cicciolina sarebbe molto felice di rientrare a Montecitorio. Da qualche tempo intanto percepisce una pensione da ex parlamentare di 6.200 euro netti al mese. Cifra che aumenterebbe notevolmente con un’altra legislatura. Per Cicciolina questo è il terzo partito politico dopo il Partito del Sole (1979) e il Partito dell’Amore 1992.

 

Tags:

Lascia una risposta